Coronavirus: sindaco Tropea, ‘darsi una mossa per ripartire senza indugio’

Coronavirus: sindaco Tropea, ‘darsi una mossa per ripartire senza indugio’

“Noto con piacere che molti  amministratori, Presidenti di Regione in testa, iniziano a spingere, con convinzione, sul pedale della ripartenza. L’idea che non solo di coronavirus, in maniera diretta, si possa morire, comincia a fare breccia in una sempre più vasta platea di attori di questa crisi e ad impensierire anche i più accaniti sostenitori della chiusura totale dell’Italia in nome del dogma “la salute prima di tutto”…”.

Lo dichiara Giovanni Macrì, sindaco della Città di Tropea.  

“Effettivamente – aggiunge – inizia ad avere sempre maggiore credito l’ovvia (evidentemente non per tutti) e corretta considerazione che quello di salute è un concetto molto complesso dipendendo, oltre che dal fattore sanitario in senso stretto, anche da quello economico – perché si soffre anche di fame e di stenti – e da quello sociale – per l’altrettanta scontata considerazione che si patisce anche per gli squilibri comunitari e per la conseguente violenza che scaturisce facilmente dalla privazione dei beni primari.

Violenza, esatto, una  violenza difficilmente gestibile, provocata indirettamente dal  maledetto Covid-19, che attenta alle fondamenta della società, con il rischio, tutt’altro che remoto, di una compromissione delle regole più elementari della convivenza civile”.

(Adnkronos)

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.