Serra San Bruno, fine emergenza idrica: i ringraziamenti del sindaco

Serra San Bruno, fine emergenza idrica: i ringraziamenti del sindaco

I ringraziamenti del sindaco Barillari vanno a tutti coloro che hanno dato un aiuto: «L’obiettivo resta il ritorno all’autonomia idrica»

“Conclusa finalmente l’emergenza idrica nel comune di Serra San Bruno”. A comunicarlo è il sindaco di Serra San Bruno, Alfredo Barillari, con un post di ringraziamento ricordando quello che la cittadina, come tante altre realtà dell’entroterra vibonese, ha passato nelle ultime settimane a causa della rottura delle condotte, nella zona di Brognaturo.

“Sono stati 9 giorni intensi – si legge in una nota della protezione civile di Mongiana – dove abbiamo messo a disposizione tutti i mezzi e i volontari disponibili del nostro gruppo per limitare per quanto possibile i disagi della cittadinanza di Serra San Bruno, lavorando anche per 13 ore al giorno”.

D’altro canto il sindaco di Serra San Bruno, soddisfatto della risoluzione dei lavori, ringrazia la “Prefettura di Vibo Valentia, i dipendenti dell’Ufficio territoriale di Governo, alla Protezione civile di Vibo Valentia per il coordinamento, ed ai volontari di Mongiana e Serra San Bruno, a Calabria Verde, per il grande aiuto dato in tutti i giorni di emergenza, insieme ai comuni di Fabrizia e Mongiana, ad Acqua Fabrizia e Fonte del Principe che hanno dimostrato sensibilità”.

Il grazie del primo cittadino poi è rivolto agli operai comunali e un “particolare grazie va ai cittadini che hanno dato prova di grande spirito di solidarietà mettendosi a disposizione di chi ne aveva necessità”.

“Noi continueremo a mantenere alta la guardia – continua il sindaco – e a valutare, insieme agli altri sindaci, le azioni da intraprendere a tutela e a favore della nostra comunità.

Il ritorno graduale all’autonomia idrica rimane un obiettivo di questa amministrazione – conclude Barillari – da perseguire con ancora più fermezza dopo avere vissuto questi lunghi giorni di disagi”.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.