Sebastiano Caffo è il nuovo presidente dell’Istituto Nazionale Grappa

Sebastiano Caffo è il nuovo presidente dell’Istituto Nazionale Grappa

Quest’anno l’Istituto Nazionale Grappa compie 25 anni e con il noto imprenditore vibonese diventa Consorzio di tutela

L’imprenditore vibonese Sebastiano Caffo, della Distilleria F.lli Caffo, è il nuovo Presidente dell’Istituto Nazionale Grappa.

l’Istituto Nazionale Grappa è un’associazione che riunisce realtà regionali che tutelano e promuovono la grappa e i singoli produttori, difendendo il buon nome del distillato made in Italy dalle contraffazioni.

Sebastiano Caffo prende le redini dell’associazione al posto di Elvio Bonollo, delle Distillerie Bonollo Umberto, già due volte presidente (numero massimo di mandati secondo lo statuto) rimanendo però all’interno e al fianco del presidente Caffo nel ruolo di vicepresidente

mentre il professor Luigi Odello, del Centro Studi Assaggiatori, è stato nominato segretario generale.

Il neo presidente, oltre che amministratore delegato della Distilleria culla del famoso Amaro del Capo e primo nel settore dei distillati, tra cui la grappa, è anche (dopo essere stato Presidente) Commissario Straordinario della Camera di commercio di Vibo Valentia.

Nell’accettare il prestigioso incarico, ringrazia il presidente uscente per tutto il lavoro svolto in questi anni ed è pronto a fare un salto di livello portando l’Istituto nazionale Grappa verso la forma giuridica di Consorzio di tutela.

Come riportato dal sito del settore beverfood.com, a dicembre 2020 l’Istituto ha rinnovato gli organi del consiglio che vede, oltre Sebastiano Caffo, Elvio Bonollo e Luigi Odello, anche Francesco Montalbano della Distilleria Deta, Alessandro Maschio della distilleria del Beniamino Maschio, Giovanni Brunello della Distilleria F.lli Brunello, Andreas Roner della Distilleria Roner, Stephan Unterthurner della Distilleria Privata Unterthurner, Arturo Rossi della Distilleria Rossi d’Angera, Paolo Covi della Valdotaine, Cesare Mazzetti di Assodistill e Sergio Moser della Fondazione Edmund Mach.

Nel collegio sindacale vi sono Armando Colliva, Luca Sartori e Sandro Cobror, mentre il collegio dei probiviri è formato da Laura Formichella, Enrico Toti e Bruno Pilzer.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.