RipuliAmo il nostro Territorio: a Drapia un successo da replicare

RipuliAmo il nostro Territorio: a Drapia un successo da replicare

Decine di pettorine bianche domenica 16 giugno hanno dato vita nel territorio comunale di Drapia alla giornata di sensibilizzazione ambientale “RipuliAmo il nostro territorio”.

L’evento, patrocinato dal Comune, è stato organizzato dalla locale Pro Loco in collaborazione con il WWF YOUNG e il WWF Vibo Valentia. Gli interventi di pulizia sono stati effettuati in località Torre Galli, in località Sant’Angelo e nei pressi della costruenda Cittadella di Padre Pio.[the_ad_placement id=”laterale-1″]

I volontari sono riusciti, di fatto, a bonificare le aree nelle quali erano presenti vere e proprie discariche abusive a cielo aperto, avendo cura di separare e quindi differenziare i rifiuti raccolti. Il risultato è stato il recupero di oltre 300 kg di rifiuti di ogni genere: dalle bottiglie di vetro ai rifiuti plastici sino addirittura a due poltrone con relativa imbottitura.

“Una iniziativa lodevole” ha dichiarato Domenico Aiello, componente del coordinamento nazionale del WWF Young: “il WWF è sempre pronto a sostenere ogni azione volta a sensibilizzare i cittadini al rispetto per l’ambiente e auspica che eventi del genere si diffondano sempre di più perché la repressione, sebbene necessaria, non potrà mai da sola portare ad un definitivo cambiamento”. La medesima soddisfazione è stata espressa anche dal Sindaco Alessandro Porcelli e dal Presidente della. Pro Loco Antonio Furchí. Bisogna aspettarsi quindi che le pettorine bianche drapiesi continueranno a scovare e ripulire altre aree degradate del territorio.

Redazione

Redazione

www.periodicoinforma.it - supplemento online al periodico bimestrale Informa (Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/18 del 20/02/2018 e ISSN 2420-8280). Contattaci scrivendo a redazione@periodicoinforma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.