Ricadi. Presentazione programmi e progetti di servizio civile: bando 2021

Ricadi. Presentazione programmi e progetti di servizio civile: bando 2021

Ricadi è capofila di una iniziativa che coinvolge diversi aspetti

Il Comune di Ricadi, guidato dal primo cittadino Nicola Tripodi, considera l’esperienza del servizio civile un’importante occasione di formazione umana e professionale per i giovani, in quanto contribuisce alla loro crescita armonica e dalla loro partecipazione ad una cittadinanza attiva.

Attraverso la realizzazione dei programmi di intervento e dei progetti di servizio civile universale, infatti, si può contribuire in modo significativo allo sviluppo sociale e culturale del territorio locale e, pertanto, tale azione è considerata prioritaria per l’amministrazione.

Il Comune di Ricadi, con il supporto dell’impresa “Progettilab”, ha elaborato tre programmi d’intervento e sei progetti di servizio civile universale, per il raggiungimento degli obiettivi indicati dall’Agenda Onu 2030.

Il primo programma, denominato “Qualità della vita migliore in una società inclusiva, attenta alle necessità delle persone disabili e anziane”, comprende due progetti:

progetto a): Un mondo senza barriere per essere liberi di vivere;

progetto b): Una rete di sostegno contro l’emarginazione degli anziani e una maggiore partecipazione alla vita sociale.

Il secondo programma, intitolato “Non c’è sviluppo senza sostenibilità ambientale. Tuteliamo l’ambiente perché sarà la nostra più grande risorsa del futuro”, prevede il progetto c): Tutela e valorizzazione delle risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e di sviluppo; 

il progetto d): La natura ha bisogno di te! Unisciti alla Protezione Civile.

Infine, il terzo programma denominato “Le bellezze storiche, artistiche e culturali sono un patrimonio inespresso che dobbiamo valorizzare e rilanciare”, comprende il progetto e): Vivi la cultura con le biblioteche innovative;

progetto f): Nuovi percorsi museali per riscoprire la storia attraverso le tecnologie digitali.

A questi progetti, parteciparanno i seguenti Comuni: Ricadi (Ente capofila); Briatico (Ente di accoglienza); San Costantino Calabro (Ente di accoglienza); Spilinga (Ente di accoglienza); Limbadi (Ente partner).

Inoltre, per la realizzazione dei programmi e progetti di servizio civile universale, saranno impiegati complessivamente 64 giovani operatori volontari, con un’età compresa tra i 18 e i 28 anni, ciascuno dei quali percepirà un assegno mensile 433,80 euro erogato direttamente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, per la durata massima di 12mesi.

I giovani volontari, oltre ai tradizionali corsi di formazione generale e specifica, seguiranno anche uno specifico corso di orientamento al mondo del lavoro, che li aiuterà nella ricerca di una prima o nuova occupazione, in partnership con il Centro per l’Impiego di Vibo Valentia.

Il servizio civile innalza i livelli di occupazione e occupabilità, riduce il tasso di inattività, aiuta a riorientare le scelte professionali dei giovani che vi partecipano.

Tutto questo a prescindere dal background familiare di provenienza.

Ilaria Giuliano

Ilaria Giuliano

Laureata in scienze giuridiche presso l'università di Pisa, è giornalista pubblicista per il Quotidiano del Sud e collabora con Informa dalla sua fondazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.