Pubblico il nuovo bando del GAL a sostegno degli investimenti per l’ammodernamento delle aziende agricole delle “Terre Vibonesi”

Pubblico il nuovo bando del GAL a sostegno degli investimenti per l’ammodernamento delle aziende agricole delle “Terre Vibonesi”

La misura è rivolta ad agricoltori ed associazioni di agricoltori nelle forme previste dalla legge e riguarda, in particolare, alcuni tipi di filiere

È stato approvato dal Consiglio di Amministrazione e pubblicato sul sito istituzionale dell’agenzia di sviluppo, il nuovo bando del Gal “Terre Vibonesi” – a sostegno agli investimenti di ammodernamento, ristrutturazione ed innovazione delle aziende agricole per le filiere delle “Terre Vibonesi”, finalizzati al miglioramento della competitività e della sostenibilità ambientale.

La misura è rivolta ad agricoltori ed associazioni di agricoltori nelle forme previste dalla legge e riguarda, in particolare, le filiere:

della Tradizione (il miele delle Terre Vibonesi), dell’Identità (fagiolo autoctono, pecorino del poro, cipolla rossa di Tropea, ‘nduja di Spilinga, del Benessere animale (zootecnia delle Terre Vibonesi), della Valorizzazione (il peperoncino per la ‘nduja di Spilinga), dell’Innovazione (le nuove micro filiere del vino, del recupero di vecchie varietà di grano, biologico, ecc.), della Qualità (settore olivicolo autoctono) e per la realizzazione di spacci e/o punti vendita delle produzioni aziendali.

Il bando scadrà il prossimo 6 agosto ed ha una dotazione iniziale di circa 81mila euro (che ovviamente sarà adeguatamente incrementata con l’assegnazione al GAL delle risorse aggiuntive previste per il periodo di transizione 2021/2022), mentre l’entità del sostegno può arrivare al 50% del costo dell’investimento realizzato, fino ad un massimo di 40.000,00 euro (per singola impresa o per ciascun soggetto associato, in tal caso fino ad un massimo di 200.000,00 euro).

Gli investimenti ammissibili, invece, sono quelli per il miglioramento fondiario, l’acquisto di macchinari e attrezzature, l’hardware ed il software, l’efficientamento energetico ed altre spese generali se collegate agli investimenti.

Per ulteriori dettagli, cercando nella sezione dedicata, visitare il sito internet del GAL – CLICCA QUI

«Si tratta di una misura su cui il GAL punta tantissimo – sottolinea il presidente Vitaliano Papillo – considerando che la prima volta che è stata proposta sono stati finanziati 35 progetti per un ammontare complessivo di circa un milione e 500 mila euro, distribuiti sul territorio con evidenti ricadute a livello di investimenti e occupazionali.

Questo è l’impegno costante del GAL per le “Terre Vibonesi”, nella convinzione che crederci è un lusso che ci si può permettere.

Agire per fare in modo che ciò in cui si crede si realizzi è un imperativo categorico».

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.