Progetto “Ecoparco del Vibonese” sarà presentato in Commissione Europea

Progetto “Ecoparco del Vibonese” sarà presentato in Commissione Europea

Sinergia tra 29 Comuni della provincia che hanno aderito all’Avviso Pubblico “Green Communities. La proposta illustrata il 14 settembre a Roma, nella Sala Conferenze della sede italiana

Fruttuosa interlocuzione, avvenuta nei giorni scorsi, tra i funzionari degli Uffici Italiani del Parlamento Europeo ed il Comune di Ionadi.

Tale Comune, infatti, è soggetto capofila della rete di Comuni vibonesi, che ha aderito all’Avviso Pubblico “Green Communities”, del Ministero per gli Affari Regionali e le Autonomie.ecoparco n

Grazie alla sinergia, si è concordato di illustrare la proposta progettuale in una Conferenza Stampa, che si svolgerà presso la sede
italiana della Commissione Europea, a Roma
, in via IV Novembre, il prossimo 14 settembre, con inizio alle ore 11:30.

Sicuramente gli elementi che hanno inciso favorevolmente sulla decisione di organizzare la presentazione in uno scenario importante, sono legati alla consistenza e rappresentatività della Rete dei Comuni messa in campo.

Mobilitazione dei Comuni

In tal senso, si sono mobilitati ben 29 Consigli comunali del territorio vibonese:

Ionadi, Mileto, Tropea, Joppolo, Ricadi e Nicotera, Rombiolo e San Calogero, Limbadi, Cessaniti, Sant’Onofrio, San Gregorio d’Ippona, Stefanaconi e San Costantino Calabro, Gerocarne e Dinami, Drapia, Zungri, Zaccanopoli e Zambrone, Filandari, Francavilla Angitola, Monterosso Calabro, Francica e Filogaso, Arena, San Nicola da Crissa, Vazzano e Capistrano.

I sindaci, che si sono più volte incontrati, grazie all’importante lavoro di animazione svolto dall’Amministrazione della Provincia di Vibo e dallo stesso Comune Capofila, hanno condiviso l’esigenza di raccogliere l’opportunità offerta dal bando per lavorare, innanzitutto, all’elaborazione di un organico Piano di sviluppo delle pregiate risorse locali del territorio vibonese (naturali, culturali, agroalimentari ed
eno-gastronomiche), in un’ottica di sostenibilità ambientale e sociale.

Un piano condiviso e sposato dall’Assessorato regionale allo Sviluppo Economico rappresentato dal dottor Rosario Varì, con una lettera di
impegno al pieno sostegno affinché l’iniziativa possa trovare concretizzazione sul territorio.

Il “multilivello”

La Rete dei Comuni, seguendo l’impostazione metodologica “multilivello” suggerita dall’Avviso pubblico, ha proposto una serie di concreti ed innovativi interventi, sui temi del turismo sostenibile, della corretta gestione delle risorse idriche, dell’integrazione dei servizi di mobilità, della produzione di energia da fonti rinnovabili, dell’economia circolare, dell’agricoltura di precisione.

In sintesi, la strategia di lungo periodo si basa sulla formulazione di un’idea forza legata alla volontà, innanzitutto, di rafforzare l’attività socio-economica Green nel territorio vibonese, attraverso la creazione di un Ecoparco, privilegiando e promuovendo la produzione di energia e di risorse, tramite la filiera corta e a km 0.

Il partenariato istituzionale, nell’elaborazione del progetto, si è avvalso del supporto e dell’assistenza tecnica del dottor Raffaele Greco, che ha messo in campo un nutrito gruppo di tecnici di particolare esperienza e qualificazione: Luisa Caronte, Leo Mercurio, Lino Barone, Luigi Pagliaro, Antonino Mancuso.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.