Posizionate le targhe di denominazione dei Palazzi Storici di Tropea

Presentazione_TarghePortata a compimento l’iniziativa partita nel 1999 quando il Rotaract aveva consegnato i pregiati manufatti al Comune
La cittadina compie un primo, ma significativo passo verso la valorizzazione del suo Centro Storico. Infatti, da stamattina sono già state affisse 14 delle 28 targhe informative relative alla denominazione di alcuni dei palazzi del Centro Storico, donate nel lontano 1999 dal club “Rotaract” di Tropea, di cui era presidente Ernesto Stella, ma inspiegabilmente stipate in un magazzino del Comune per 15 anni. L’intervento di posizionamento delle targhe è stato seguito da una conferenza stampa tenutasi presso la Sala Giunta di Palazzo Sant’Anna, sede del Comune, alla presenza del sindaco Giuseppe Rodolico, del vicesindaco e Assessore all’Arredo e al Decoro urbano, Domenico Tropeano, dell’Assessore alla Pubblica Istruzione e alle Politiche sociali, Rosalia Rotolo e del consigliere Nino Valeri, promotore dell’iniziativa, e alla presenza del Presidente del Club Rotaract di Tropea, Giusy Lonetti e del delegato del Rotary Club Tropea per il Rotaract, Ernesto Stella. Quest’ultimo si è detto soddisfatto ed emozionato per questo importante risultato che arriva dopo l’interessamento del già vicesindaco Massimo L’Andolina che aveva avviato la procedura e del Consigliere Nino Valeri, unitamente all’amministrazione comunale guidata da Rodolico, che ha dato l’impulso alla definizione e alla conclusione degli atti burocratici necessari per pervenire alla sistemazione delle targhe nei Palazzi. Il sindaco Rodolico ha voluto ringraziare l’Architetto Giuseppe Lonetti che ha dato una grossa mano al comune per l’ottenimento della autorizzazioni da parte della Soprintendenza ed ha ringraziato il funzionario di zona per la Soprintendenza, l’architetto Dattilo, che ha effettuato il sopralluogo e ha dettato le condizioni per la posa delle targhe, indicazioni utilissime per definire l’impatto estetico dell’intervento. I ringraziamenti del primo cittadino sono andati ovviamente anche ai giovani del Rotaract per la lodevolissima iniziativa. Il sindaco ha inoltre annunciato che la Giunta si metterà al lavoro «per la stesura di un regolamento che disciplini una serie di aspetti molto importanti per la tutela del Centro Storico quali l’adeguazione degli impianti di emissione di fumi degli esercizi di ristorazione, le pedane e le insegne pubblicitarie». Valeri si è detto d’accordo con una siffatta iniziativa e riguardo alle targhe affisse sui Palazzi storici ha dichiarato:«con queste insegne stiamo aggiungendo a questi Palazzi storici delle informazioni che prima non c’erano. Sin dal nostro insediamento abbiamo pensato a questo tipo di intervento, ma avevamo già in magazzino il materiale necessario per realizzarlo grazie all’impegno del Rotaract sin dal 1999». Dello stesso avviso anche il vicesindaco Tropeano:«L’aspetto più importante è che la cittadina dimostra di avere sensibilità e attenzione verso la propria storia, perché sono cose del genere che forgiano un popolo, che lo fanno diventare comunità. Inoltre è molto importante per il segnale che i turisti ne ricevono. Tropea non è solo mare. Qui il turista può entrare a contatto con la nostra cultura e sentirsi coinvolto e intrigato». Giusy Lonetti, attuale presidente del Rotaract Club ha detto di volersi impegnare insieme ai membri per organizzare quanto prima delle passeggiate culturali tra i palazzi e i portali che ora recano le insegne con la denominazione e l’anno di costruzione. Inoltre, durante la conferenza stampa si è parlato della possibilità di estendere l’intervento anche agli altri palazzi del Centro Storico ed il sindaco ha fatto sapere che «la Soprintendenza si è dimostrata aperta dinnanzi all’idea di una estensione dell’intervento ad altri edifici». E’ davvero un bel giorno per la cittadina, un primo passo che fa ben sperare per la valorizzazione del Centro Storico, scrigno di storia, arte, cultura, tradizione, troppo spesso danneggiato con interventi abusivi realizzati grazie al complice silenzio di chi aveva il dovere di tutelare e controllare. Tra gli edifici destinatari dell’intervento di affissione delle targhe vi è il Palazzo d’Aquino che ha dato i natali al filosofo Pasquale Galluppi. Le insegne sono in terracotta. La parte storica è stata curata dall’architetto Antonio Preiti e le targhe sono state realizzate dall’artista ricadese Agostino Pantano.

Francesco Apriceno

Francesco Apriceno

Un pensiero su “Posizionate le targhe di denominazione dei Palazzi Storici di Tropea

  1. Da decenni sto cercando di sensibilizzare le varie amministrazioni che si sono succedute a palazzo S. Anna, per intervenire nei confronti dell’Enel e della Telecomm per l’eliminazione, dai palazzi del centro storico, di tutti i cavi che deturpano i portali e l’estetica dei nostri palazzi nobiliari. Sollecito il sindaco Rodolico e la sua amministrazione ad un fattivo impegno per la soluzione del problema al fine di poter dire che Tropea “Ha un bellissimo centro storico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.