Porto di Tropea: in arrivo la prima rata dei finanziamenti del Bando regionale sul potenziamento dell’infrastruttura

Porto di Tropea: in arrivo la prima  rata dei finanziamenti del Bando regionale sul potenziamento dell’infrastruttura

Sul Bollettino ufficiale della regione Calabria del 20 aprile scorso è stata pubblicata la delibera che stanzia la prima parte di euro 138.878,25€ .

Si tratta di un importante finanziamento diretto al Comune di Tropea per la realizzazione il potenziamento, la, riqualificazione e la messa in sicurezza del Porto di Tropea.

I  lavori impegneranno complessivamente oltre quattro milioni e mezzo di euro finanziati dal Por Calabria 2014/2020. E’ questa una prima tranche che darà un nuovo volto alla importante struttura cittadina.

Il Bando fu pubblicato nel mese di  novembre 2016,  durante la ex Amministrazione regionale guidata da Mario Oliverio. Superati i diversi adempimenti burocratici e assegnate le somme, finalmente fra qualche mese si inizieranno a vedere i primi risultati concreti.

La convenzione di finanziamento sottoscritta dal Comune di Tropea e dalla Regione Calabria, nel mese di novembre 2018, ha previsto la possibilità per il  beneficiario di richiedere una anticipazione pari al 3% del contributo concesso.  

In particolare le spese ritenute ammissibili, riguardano la riqualificazione, la messa in sicurezza e gli adeguamenti dei porti, ed in particolare degli scali individuati quali di maggior rilievo dai documenti di pianificazione regionale.  Le forme di sostegno sono orientate a potenziare la relazione mare-terra, in cui il porto assume il ruolo di porta di accesso al territorio, e a valorizzare la portualità turistica.

Un importante passo avanti che sicuramente, quando l’intera somma sarà versata e i lavori terminati, accrescerà la funzionalità e le possibilità di utilizzo in sicurezza di questa importante struttura.

Tania Ruffa

Tania Ruffa

Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali presso l'Università La Sapienza di Roma si occupa di comunicazione digitale, in particolar modo politica e della Pubblica Amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.