Perché raccontare la propria azienda sui social network?

Perché raccontare la propria azienda sui social network?

Consigli utili per fare video su Instagram e Facebook. Originalità e velocità sono i requisiti principali per video efficaci

Nel precedente numero di Informa, si era affrontata la questione “fotografie” da caricare all’interno della vostra galleria ancora spoglia (LEGGI QUI). Oltre agli utili consigli già dispensati, è da tenere conto che non solo le foto sono le protagoniste, ma anche i video.

Infatti è recente la rivelazione di Adam Mosseri, il capo di Instagram, nel voler portare il social ad assomigliare il più possibile ad un altro social: “Tik Tok”, stravolgendo dunque, le regole base del social stesso.

Era già successo quando fu integrata la funzione dei Reel, filmati verticali veloci di massimo 60 secondi.

Per ora è stato solo annunciato ma gli aggiornamenti che vogliono voler mettere più in luce i video che le foto, potrebbe essere più vicino di quanto si pensi.

Mentre su Facebook, attualmente, video e foto hanno più o meno lo stesso appeal – anche se i video sono comunque sempre più apprezzati -, su Instagram l’introduzione di nuove funzioni hanno portato gli utenti, negli anni, ad avere continuamente un’esperienza sempre nuova.

Instagram offre più funzioni per quanto riguarda i video:

  1. presenta i Video del “Feed” (nome per indicare la galleria del proprio profilo) della durata massima di 1 minuto
  2. IGTV, opzione che consente agli utenti di caricare e visionare video in formato verticale e dal 2019 anche in orizzontale, della durata fino a 10 minuti per gli account “standard” e fino a 60 minuti per gli account popolari e comunque che possiedono il bollino azzurro del “verificato”.
  3. Infine il nuovo arrivato: il Reel, che ha una durata ancora inferiore rispetto ai video classici, da un minimo di 30 secondi fino ad un massimo di 60.

Menzione speciale va invece alla sezione “In diretta”, che come indica il nome stesso, dà la possibilità di andare in diretta e parlare “live” con il proprio pubblico.

Chiarita tutta la sezione video che Instagram mette a disposizione dell’utente e prima di entrare nel dettaglio, spostiamoci per un momento su Facebook, dove le opzioni di video rimangono pressoché standard.

Partendo dal presupposto che questo social è stato pensato per altro: come fare amicizia, condividere gli stati d’animo, pensieri, foto e video personali, negli anni anche il social blu si è trasformato in uno strumento più aziendale che privato.

Facebook, ad oggi, si è spaccato sostanzialmente in due parti: le aziende, i creatori di contenuti, giornali e simili, da una parte e gli utenti privati dall’altra.

La durata dei video è molto flessibile si va da uno di pochi secondi a uno di circa 4 ore – ma solo per i contenuti in entrata.

Persino le storie su Facebook durano un po’ di più, 20 secondi rispetto ai 15 di Instagram. Secondo varie ricerche di comunicazione il tempo perfetto di un video su Facebook, per far arrivare forte e chiaro il proprio messaggio al pubblico, senza stancarlo, sarebbe di 3 minuti.

I formati su Facebook possono essere da 16:9 (orizzontale) a 9:16 (verticale). Senza tralasciare anche in questo caso le “Dirette” per rapportarsi con il proprio pubblico senza filtri, editing, o tagli.

Ritornando a Instagram, vediamo insieme nel dettaglio le varie opzioni di video che il social propone. Video nel “Feed”: questo tipo di video, che può essere in formato orizzontale o in verticale, si posiziona nella galleria insieme alle foto e viene considerato come un semplice post.

Per le aziende, ristoranti, hotel ad esempio possono essere utilizzati per creare mini trailer che vadano a presentare un progetto più grande e che verrà svelato man mano (creando suspense o “hype” per utilizzare un termine anglofono e attuale) oppure nel caso di un Hotel o B&B si possono fare piccolissimi e veloci tour all’interno della struttura.

In caso di Ristorazione si potrebbe presentare una serie di piatti che magari offre solo quella struttura. Per quanto riguarda invece i video IGTV, tra le sue caratteristiche, vi sono senz’altro la semplicità e intuitività, poiché, la riproduzione dei video si avvia non appena si apre l’app e non c’è bisogno di cercare o sfogliare i contenuti per iniziare.

Inoltre, opzionale, è possibile caricare nel feed l’anteprima di un video IGTV. Infatti questo tipo di video non si trova nella galleria classica ma si trova in una sezione sua, sempre sul proprio profilo, sotto le storie in evidenza (se presenti) con l’icona a forma di televisore.

Apparirà automaticamente dopo aver caricato il primo video. Ma cosa mostrare nei video IGTV? Avendo a disposizione più tempo, sempre nel caso di ristoranti oppure Hotel o anche Villaggi Turistici o aziende agricole, si possono mostrare con video ad hoc il “dietro le quinte” di una struttura, tour all’interno, come viene preparato un piatto nelle cucine, gli ingredienti utilizzati, in caso di azienda agricola come si produce il vino, olio o la cipolla.

Magari come viene preparata la piscina prima della stagione di apertura, come vengono sistemate le camere prima dell’arrivo dei clienti. Sbizzarritevi, poiché la parola d’ordine è: coinvolgere! Più coinvolgete gli utenti, più seguiranno e altri nuovi verranno a seguirvi. Siate fantasiosi e perché no, anche un pizzico divertenti.

Qui avete tutto il tempo per spiegare bene quello che state mostrando e sarà l’unico mezzo per poter fare video del genere, perché l’alternativa sono i Reels. Sono stati pensati per tagli veloci, immediati e soprattutto efficaci.

Un po’ più lunghi delle storie, questi si presentano esclusivamente in formato verticale, a schermo totale.

Come IGTV, accanto, dopo il primo caricamento, apparirà una sezione dedicata con l’icona di un ciak e dove conterrà tutti i Reels.

Per quanto riguarda questo tipo di video, essendo davvero poco il tempo a disposizione bisogna concentrare: idea, inventiva, l’essere accattivanti e catturare l’attenzione degli utenti.

Esatto, tutto in un video. Sembra complicato e probabilmente con i primi Reels lo sarà davvero, ma niente paura, il consiglio che voglio dare è quello di creare più video con l’app di default del cellulare e non direttamente da Instagram poiché potrete divertirvi a “montare” più video come più vi piacciono e se non sapete da dove iniziare non temete di prendere ispirazione da altri profili che già fanno questo tipo di comunicazione visiva.

Anche in questo caso, video veloci dell’azienda che magari si colloca anche in un contesto panoramico, in una posizione che cattura l’attenzione degli utenti (sulla spiaggia, a picco sul mare, in collina, in un vigneto, una cantina, in un bosco) e che può sfruttare la sua posizione per raccontarsi e attirare potenziali clienti.

In conclusione, le foto sono importanti ma anche i video non sono da meno, come non sono da meno i 15 secondi messi a disposizione da Instagram per le storie o 20 secondi da Facebook.

Usate ogni mezzo per raccontare la propria azienda, raccontatela a 360 gradi. Immaginate i social come una grande vetrina, come un grande cartellone pubblicitario. Fatene buon uso.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.