Nuovo Premio per l’artista ricadese Modesto Furchì Schiariti

Nuovo Premio per l’artista ricadese Modesto Furchì Schiariti

Primo classificato nella sezione arte del Concorso “Ai tuoi piedi”. L’iniziativa realizzata da ACIPeA e svolta lo scorso 11 settembre nel Comune di Mercogliano (AV)

Il cammino artistico del pittore e scultore Modesto Furchì Schiariti si arricchisce di un nuovo e importante riconoscimento.

Infatti, proprio l’undici settembre scorso, è stata organizzata la premiazione del Concorso a tema religioso “Ai tuoi piedi”, iniziata a partire dalle ore 17:00 e svolta nel Comune di Mercogliano in provincia di Avellino.

Nello specifico, questa iniziativa ha avuto luogo presso il chiostro dell’antico Palazzo Abbaziale di Loreto.

Il premio è giunto quest’anno alla sua quinta edizione ed è dedicato alla Madonna di Montevergine che, oltre ad essere chiamata con il nome di “Mamma Schiavona” o anche di “Madonna Nera”, è venerata tradizionalmente nell’omonimo Santuario di Mercogliano, presente in provincia di Avellino e situato sul massiccio montuoso del Partenio che è collocato a circa 1.270 metri di altezza dal livello del mare.

Tra l’altro, visitando il suddetto Santuario, si può ammirare l’icona della Madonna di Montevergine.

Continua a leggere

Alta 4 metri e 30 e larga 2 metri e 10, l’opera raffigura la Vergine Maria in trono con il Bambino Gesù.

Quest’ultimo, seduto sulla gamba sinistra della Madre, volge il proprio sguardo verso di lei e trattiene con la mano destra un lembo del suo manto.

Il premio, in particolare, è stato organizzato e promosso da ACIPeA (acronimo di Associazione Culturale Italiana Poeti e Artisti), dalla Pro Loco di Mercogliano e dall’Abbazia del Santuario di Montevergine, ma anche patrocinato dal Comune di Mercogliano.

Nato nella comunità di Santa Domenica di Ricadi nel 1956 e trasferitosi a Roma nel 1968, il Maestro Modesto Furchì Schiariti ha ottenuto il primo posto nella sezione arte con l’opera denominata “Tra le braccia del Padre”, una scultura eseguita in gesso ceramico e sviluppata su una altezza di circa 55 cm.

Continua a leggere

Nell’ambito della premiazione e in presenza del Presidente di ACIPeA Lucia Gaeta, l’artista si è classificato al primo posto con la seguente motivazione: «Una torsione accennata acclude due figure simbiotiche accomunate da uno struggente sentimento d’amore e pacificazione.

La struttura verticale e la forza di un modellato incisivo e solo in parte addolcito dalla levigata patinatura, donano alla composizione, felice resa plastica e grande forza espressiva».

Offrendo una descrizione dell’opera “Tra le braccia del Padre”, l’artista dichiara: «Si tratta di un’opera che è stata pensata e realizzata nel periodo del COVID, un periodo buio che ha tolto serenità e sicurezza a tutti.

Così ho pensato che il luogo che può dare più sicurezza a una persona, è il trovarsi tra le braccia del Padre.

Da questa riflessione – prosegue il Maestro Modesto Furchì Schiariti – ha preso origine l’opera “Tra le braccia del Padre”.

Come se non bastasse, Modesto Furchì Schiariti si è aggiudicato questo premio per tre anni consecutivi.

Un aspetto che traccia una preziosa e meravigliosa continuità e che, in totale e in perfetta armonia, abbraccia il suo percorso artistico, sensibile, umano e creativo.

Pasquale Scordamaglia

Pasquale Scordamaglia

Giovane diplomato "Tecnico della gestione aziendale". Attivo nel campo dell'associazionismo e del volontariato. Socio fondatore dell'Associazione "Generazione Speranza".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.