Nuovo appuntamento culturale con il romanzo di Antonio Agostinacchio

Nuovo appuntamento culturale con il romanzo di Antonio Agostinacchio

Un romanzo fantasy dal titolo “La preghiera degli innocenti” e la sua presentazione il 1 luglio a Vibo Valentia

Terzo appuntamento in arrivo per “Aspettando la IX edizione di Un libro al mese. Visti da vicino“, la rassegna di cultura letteraria e demo-etno-antropologica a cura dell’associazione L’Isola che non c’è.

Dopo una prima serata nella sala dell’Ascot di Vibo Valentia con Pino Vitaliano e “I ricordi di un ulisside” e una a Briatico, con lo scrittore Marcostefano Gallo e “L’illusione del melograno“, in cui l’amministrazione guidata dal sindaco Lidio Vallone e dall’assessore Mariateresa Centro, prima a condividere l’esperienza della rassegna itinerante, e i cittadini presenti hanno testimoniato la validità della scelta di collaborazione, si torna a Vibo Valentia per un evento in cui letteratura e musica si incontreranno.

Il 1 luglio alle ore 18:30, infatti, sempre presso l’Ascot, è previsto un nuovo incontro, quello con lo scrittore Antonio Agostinacchio e il suo romanzo fantasy d’esordio “La preghiera degli innocenti”, primo della saga “La disputa eterna”.

Un incontro rivolto soprattutto agli amanti del genere ma anche a chi vuole avvicinarsi e scoprirlo.

Un libro che è un dialogo continuo, un raccontarsi di sentimenti ed affetti in modi sconosciuti dove il buio fa da padrone e la luce cerca di emergere in mille modi inusuali.

Antonio Agostinacchio, giovane cultore del genere, ha a suo carico molti racconti, sviluppati in mondi e in epoche differenti. Un genere per giovani e per chi i giovani vuole realmente comprenderli.

Condurrà e modererà la serata Costanza Chindamo, imprenditrice e “padrona di casa”, mentre a presentare autore e volume sarà la presidente dell’associazione organizzatrice della rassegna, Concetta Silvia Patrizia Marzano.

Al termine della presentazione un evento imperdibile.

C’è un sistema segreto, un canone inverso nella musica dei Toxicity, il collettivo nato da un’idea di Giovanni De Sossi, e una regola-non-regola che smembra la costruzione ritmica, melodica, armonica e contrappuntistica proprio quando pare che questa sia finalmente declinabile dopo che i tre per vari minuti l’hanno inseguita.

I musicisti interpretano infatti quel meraviglioso ed altissimo concetto di perfetta imperfezione che la musica si porta appresso da sempre ed è bello che loro esaltino questa idealità artistica mentre i formalismi, l’estetica, l’effimero, la forma e il rassicurante continuano ad imperare.

Con Giovanni De Sossi al Basso elettrico e Ingrid Naglieri la voce dello show.

Prossimi appuntamenti, sempre alle 18:30, l’8 giugno a Briatico con Ulderico Nisticò e “Lettere di Sangue” e il 15 giugno nuovamente a Vibo Valentia, nella sala dell’Ascot, con Cosimo Sframeli e “’Ndrangheta addosso”.

Locandina evento
Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.