Molti progetti in corso al Comune di Drapia

Molti progetti in corso al Comune di Drapia

Strade, ambiente, sicurezza e riqualificazione degli spazi. Continua a lavorare incessantemente la giunta Porcelli

In questi anni l’Amministrazione Porcelli ha partecipato ad ogni Avviso pubblico disponibile ottenendo risultati che vedranno la luce a breve, ma andiamo nei dettagli. 

Primo fra tutti va ricordato, ancora una volta, il ripristino del Ponte di Drapia, uno dei primi lavori portati avanti fin dall’insediamento dell’Amministrazione.

La messa in sicurezza del Viadotto è iniziata da qualche mese e i lavori procedono in maniera spedita.

Il Comune di Drapia risulta poi presente nella graduatoria del Ministero dell’Interno per importati interventi di messa in sicurezza del territorio per mitigare il rischio idrogeologico.

750 mila euro sono inoltre destinati per la salvaguardia del giardino del Museo Civico Galluppi Castello di Caria, un finanziamento importante che permetterà di mettere in sicurezza tutta l’area intorno al Castello in modo da renderla interamente fruibile ai cittadini e ai turisti.

Questo intervento farà diventare ancora più “attraente” il Castello non solo per il circondario ma per i tanti turisti che ogni estate si riversano nella nostra zona (Non avendo però il Comune un Piano P.E.B.A., ovvero i Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, dei finanziamenti ricevuti bisogna calcolare il 5% in meno).

Ulteriori 250 mila euro sono invece destinati al rifacimento della Strada Taccone a Sant’Angelo di Drapia, uno dei punti più belli e strategici del Comune.

Altri fondi sono invece dedicati alla progettazione definitiva ed esecutiva relativa ai “lavori di completamento della strada per il collegamento del centro abitato Drapia con Tropea”,

per un importo di 280.699,00 euro, la meglio conosciuta Strada Brigante. Risorse che consentono, di fare un progetto serio, valido, preciso da presentare a bandi regionali, nazionali e comunitari.

250 mila euro di fondi progettuali sono inoltre a disposizione per la sede dell’Ex Municipio di Drapia, sita in via Braghò.

Una struttura al momento in completo stato di abbandono, l’obiettivo è creare all’interno della costruzione un centro polifunzionale,

che offra ai cittadini di tutto il Comune, e non solo, servizi e diverse attività,

in grado di coinvolgere molteplici tipologie di target e di fasce d’età,

un intervento che permetterà al contempo la rimozione delle lastre di eternit che la ricoprono e che,

a causa dell’amianto in esse contenuto, hanno rappresentato, in questi anni un grave pericolo per la salute di tutti.

Altri 90 mila euro di fondi progettuali sono invece destinati al ripristino di un bene confiscato alla Mafia in Località Torre Galli, un terreno completamente da riqualificare.

In arrivo invece, sempre dal Ministero dell’Interno, nel 2022, 185 mila euro per l’installazione di impianti di videosorveglianza da posizionare per tutto il territorio comunale.

Questo significa più sicurezza del territorio e quindi migliore qualità della vita.

La videosorveglianza sarà inoltre molto importante per controllare il territorio e evitare così il continuo abbandono dei rifiuti per le strade.

Oltre ai finanziamenti elencati a breve verrà avviata un’opera di restyling dei paesi che riguarderà in un primo momento l’ammodernamento delle aree giochi dedicate ai bambini e la sistemazione di fioriere nelle piazze.

Insomma una serie di primi progetti messi in campo, che insieme a molti altri in cantiere,

potranno finalmente far fare al Comune di Drapia un grande salto di qualità.

Tania Ruffa

Tania Ruffa

Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali presso l'Università La Sapienza di Roma si occupa di comunicazione digitale, in particolar modo politica e della Pubblica Amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.