“Le Iene” in Calabria su incarichi e sprechi della politica regionale

“Le Iene” in Calabria su incarichi e sprechi della politica regionale

La politica calabrese è tornata a far parlare di sé a livello nazionale per gli alti costi e i lauti sprechi

A puntare il riflettore su questo è Alessia Bausone che con le sue inchieste giornalistiche ha scoperchiato tanti vasi di Pandora del malcostume della politica nostrana,

suscitando un moto di indignazione social che non mira a placarsi.

Intervistata su Italia1 da Le Iene la Bausone ha parlato degli ormai noti Co.co.co., contratti di collaborazione (su base fiduciaria)

dei gruppi del Consiglio regionale della Calabria.

Ad essere assunti e pagati con fior fior di soldi pubblici sono, molto spesso, persone con un curriculum scarsamente compatibile con il lavoro in una pubblica amministrazione:

baristi, baby-sitter, braccianti agricoli, chef, cassiere, commessi, tabaccai.

La iena Filippo Roma ha incontrato un paio di Co.co.co. del cosentino, Maria Grazia Scigliano,

receptionist dell’Hotel di famiglia a Corigliano-Rossano (nota per aver scritto sul suo curriculum di aver vinto un abbonamento a Topolino a seguito della partecipazione a un concorso di disegno alle scuole elementari) e Giuliano Stumbo,

parrucchiere di Belvedere Marittimo e già docente di “tecnica del colore” (assunti dal capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale, Giuseppe Graziano).

Nessuno dei due ha detto all’inviato di Italia1 quali fossero le loro mansioni per le quali vengono pagati dalla Regione Calabria,

né quando effettivamente andassero a lavorare, svolgendo ben altra attività.

La Bausone, inoltre, ha parlato degli autisti del Consiglio regionale, assunti, addirittura, durante il lockdown “pieno” di un anno fa.

Tra i casi eclatanti messi in luce da Filippo Roma c’è stato quello del Sindaco di Soveria Simeri (CZ), Amedeo Mormile,

che è autista part-time del segretario questore del Consiglio regionale in quota Lega, Filippo Mancuso, che ha tuonato: “siete razzisti col sud!“.

Interpellato da le Iene, il Presidente facente funzioni Nino Spirlì ha risposto: “tu parli di parrucchieri, ma vai a cercare il pelo nell’uovo“,

garantendo che i soldi pubblici della Regione Calabria “non sono spesi male“.

Servizio delle IeneVIDEO

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.