Laboratorio “Informazione e Intercultura”: Intervista di Mattia Cuturello

IMG_4518

 

 

 

 

 

 

 

 

Come ti chiami?

MD:Shmoul

Quanti anni hai e da dove provieni?

Ho 17 anni e provengo dal Bangladesh

Cosa ricordi del tuo paese?

Ricordo la città di Daka, una grande città, e soprattutto le grandi scuole che c’erano lì.

Quanti siete in famiglia?

Siamo nove, io, mia nonna, i miei genitori, le mie due sorelle ed i miei tre fratelli

Ti senti con i tuoi familiari?

Si, mi sento ogni giorno, anche questa mattina li ho chiamati.

Cosa facevi nel tuo paese natale?

Lavoravo la terra con mio padre, la mia è una famiglia povera e mio padre aveva bisogno di aiuto, io sono il più grande della famiglia.

Perché sei venuto in italia?

Per la povertà, nonostante io abbia tentato di lavorare il Libia, la guerra mi ha portato ad imbarcarmi e quindi adesso mi trovo qui.

Cosa pensi dell’Italia?

L’italia mi piace molto, da quando sono arrivato mi sono trovato sempre bene, soprattutto qui nella  scuola, nonostante le differenze culturali, anche religiose, perché siamo musulmani, l’integrazione qui è andata molto bene,soprattutto con i ragazzi ed i professori.

Ti piacerebbe restare qui?

Si, mi piacerebbe restare, soprattutto per lavorare qui dato che il mio sogno è lavorare in un ristorante a Roma.

 

Mattia Cuturello

 

Beatrice Lento

Beatrice Lento

Dirigente scolastica in quiescenza, dopo aver guidato per oltre un decennio l'Istituto di Istruzione Superiore di Tropea, è attualmente presidente dell'associazione di volontariato Korai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.