La conclusione del Campus “Eiréne” al Liceo Classico “P. Galluppi”

liceo classicoE’ terminato egregiamente l’ottavo campus dell’Istituto superiore di Tropea, quasi a dimostrazione che gli studenti degli indirizzi tropeani hanno qualcosa di bello da dire e da realizzare. Una giornata particolarmente emozionante, la sesta e ultima di un campus svoltosi nel migliore dei modi, in cui la parola Eiréne (pace) aleggiava in un atmosfera di festa comune volteggiando tra note, colori e opere di ogni genere. Proprio in questo sabato di rilevante importanza per i giovani dell’Istituto, orgoglio della propria scuola, emozione e soddisfazione si riunivano in sorrisi di ragazzi che hanno dato vita ad una settimana veramente intensa. La comunemente detta settimana dello studente si è quindi conclusa con una mattinata quasi interamente dedicata alla presentazione dei lavori ideati, sviluppati e messi in atto dai ragazzi nei pochi giorni disponibili. Un unico tema, diversi modi di espressione che hanno donato un momento pienamente interessante e partecipato, arricchito principalmente dalla curiosità e dalla voglia di conoscere l’opera a cui si è lavorato nel gruppo dell’altro. Al liceo classico la presentazione delle opere è iniziata intorno alle 11:00, quando i ragazzi, definitivamente pronti, si sono trasferiti presso la palestra comunale, a pochi passi dall’indirizzo. Qui, in un ambiente particolarmente comodo, ogni gruppo ha potuto esibire il proprio progetto. Presentare per primo il proprio è toccato al gruppo “Il giro del mondo in sei giorni”, capitanato dai capigruppo Alizée Taccone e Angelo Tropeano, che per l’occasione hanno pensato di portare le danze e i costumi tipici di diverse culture, tra cui India, America e Giappone, concentrandosi dunque sull’intercultura. Subito dopo è stata la volta del gruppo musica, i ragazzi del quale si sono organizzati in una sorta di band che ha accompagnato le voci della restante parte del gruppo. Con a capo i capigruppo Matteo L’Andolina e Antonio Il Grande, il laboratorio musicale ha lavorato ad un progetto che consisteva nel preparare tre canzoni (una delle quali inedita). Dunque, per la giornata di chiusura del campus, i ragazzi hanno eseguito i brani “We are the world”, “Eiréne” (la canzone interamente scritta dai ragazzi) e “Spagna”, coinvolgendo il resto dell’indirizzo in un momento musicale entusiasmante. Per quanto concerne il gruppo fotografia, con a capo Margherita De Vita e Serena Scrugli, questo ha presentato una sorta di mosaico con le foto dei ragazzi del gruppo formanti un arcobaleno, mantenendo stretta fedeltà al tema della pace. Il gruppo “Sport e problematiche giovanili”, capitanato da Marianna Scordo, Giulia Gemelli, Giuseppe Vizzone e Matteo Iannello, si è concentrato sul razzismo, progettando la partita amichevole di calcio con i ragazzi che, da poco in Italia, stanno frequentando l’indirizzo dei servizi enogastronomici e presentando un video basato sullo stesso tema. Il laboratorio d’arte, affidato ad Aurora De Rito e Paolo De Bella, si è visto impegnato in un progetto principalmente di decoro scolastico, realizzando un murales all’entrata della scuola firmato “campus Eiréne” con i vivi colori della pace. Infine, il gruppo informatica, con capigruppo Noemi Russo e Samuele Lorenzo, per il giorno di chiusura della settimana studentesca, ha presentato un progetto che consisteva in un interessante video artistico, nella cura del blog dell’indirizzo classico e nella realizzazione di un videogioco simpatico e divertente, seppur fedele al  tema della pace, che ha caratterizzato l’ottavo campus studentesco tropeano. Francesco Natale, rappresentante d’istituto del liceo classico, commenta: “Una settimana ricca di emozioni che si è conclusa con un momento di festa per i frutti meravigliosi che ha donato. Sono veramente orgoglioso di rappresentare la mia scuola in occasioni in cui non fa che dimostrare di essere un ricco vivaio di talenti e ragazzi fantastici. Per quanto mi riguarda, il campus Eiréne è stato il più ricco di emozioni da quando faccio parte di questa grande famiglia che è il liceo classico; ma credo di parlare a nome di tutti gli studenti se dico che è stato un campus meraviglioso.”

Antonio Il Grande

Beatrice Lento

Beatrice Lento

Dirigente scolastica in quiescenza, dopo aver guidato per oltre un decennio l'Istituto di Istruzione Superiore di Tropea, è attualmente presidente dell'associazione di volontariato Korai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.