JOPPOLO Partita la consegna dei buoni spesa

JOPPOLO Partita la consegna dei buoni spesa

Privilegiati i nuclei familiari con bambini senza alcun reddito

Le prime trentotto famiglie, aventi diritto, hanno ricevuto i buoni spesa da utilizzare negli esercizi commerciali del territorio che hanno aderito all’iniziativa. La giunta comunale, infatti, nei giorni scorsi in attuazione all’ordinanza della Protezione Civile n. 658 del 29 marzo 2020 ha deliberato tutti gli atti propedeutici all’assegnazione dei “buoni spesa”.

Con tale ordinanza, ricordiamo, si sta cercando di venire incontro alle esigenze più urgenti dei nuclei familiari in difficoltà, viene disposto la distribuzione ed il pagamento di un importo complessivo di 400 milioni di euro in favore dei comuni, da impiegare nell’acquisizione di buoni spesa da utilizzare per l’acquisto di generi alimentari presso esercizi commerciali contenuti in un elenco pubblicato da ciascun comune sul proprio sito istituzionale. Nel caso di Joppolo sono stati assegnati 18.451,44 euro.

La giunta ha approvato l’avviso pubblico unitamente allo schema di domanda finalizzato all’individuazione della platea dei destinatari dei benefici, l’avviso pubblico per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per l’inserimento nell’elenco comunale degli esercizi commerciali disponibili ad accettare i buoni spesa e, inoltre, ha dato atto di indirizzo al Responsabile dell’Area Finanziaria per adoperarsi all’apertura di apposito conto corrente dove far confluire donazioni liberali.

“Riguardo all’individuazione degli assegnatari del bonus spesa – si legge nell’avviso – è stata data precedenza ai nuclei familiari, anche monoparentale, con prole neonatale o in età scolare da 0 a 15 anni i cui componenti adulti si trovino in stato di disoccupazione o con lavori saltuari persi a causa dell’emergenza coronavirus e non siano già beneficiari di alcun sostegno economico pubblico quali: reddito di cittadinanza, inclusione, naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione, reddito di emergenza, ecc., con priorità per i portatori di handicap.

Seguono – continua – nuclei familiari con prole anche maggiorenne sempre senza lavoro o altre entrate, per finire con i cittadini single che si trovano nelle stesse condizioni dei primi.

I cittadini che risulteranno beneficiari potranno accedere all’erogazione di buoni spesa dal valore una tantum di 80,00 euro per ogni richiedente con l’incremento di 20,00 euro per ogni altro componente del nucleo familiare, tale sostegno potrà ripetersi fino ad esaurimento delle risorse”.

Giovedì mattina i volontari dell’associazione AEZA assieme alla polizia locale hanno consegnato a casa alle prime 38 famiglie che ne avevano fatto richiesta e che ne hanno diritto.

“Al momento – spiega il sindaco Carmelo Mazza – le domande giunte agli uffici del Comune sono 92, pertanto i cittadini che si trovano in difficoltà e non hanno ancora presentato l’istanza possono farlo utilizzando gli appositi modelli disponibili sul sito del Comune oppure presso gli esercizi commerciali aperti nel territorio comunale.

È importante ricordare – continua – che i buoni verranno consegnati soltanto a domicilio e non con altre modalità. Per questo voglio ringraziare i volontari dell’associazione AEZA che, oltre a distribuire i buoni, sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria, sta svolgendo il servizio di consegna a domicilio di generi di prima necessità quali la spesa e i medicinali agli anziani”.

 

Ambrogio Scaramozzino

Ambrogio Scaramozzino

Ambrogio Scaramozzino si è laureato in Scienze Politiche, nel 2010, presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi dal titolo: “’Ndrangheta e Pubblica Amministrazione. Lo scioglimento delle amministrazioni locali per mafia: il caso di Lamezia Terme”. Collabora con Informa, gia' direttore direttore responsabile del portale JoppoloInforma.it, è responsabile della pagina di Joppolo sul bimestrale free-press "Informa". Corrispondente e collaboratore storico del Quotidiano del sud dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.