Intervista a Marilena Alescio, di rientro dalla Florida

Intervista a Marilena Alescio, di rientro dalla Florida

Reggio Calabria, Roma e Miami. La tua vita professionale segue l ‘andamento degli eventi e delle stagioni?

Esatto. La mia vita è cambiata 5 anni fa, ero sempre rimasta nella mia città Reggio Calabria, che mi ha permesso di formarmi professionalmente, lavorando come giornalista per venti anni nella storica tv locale “Telereggio” e come presentatrice di tantissimi eventi in tutta la Calabria. Con la chiusura della tv e la concentrazione degli spettacoli solo nel periodo estivo, ho deciso di provare Roma e Miami.

Come è andata a Roma?

A Roma, dal 2015 ho cominciato a partecipare come pubblico in varie trasmissioni televisive nazionali ( I soliti ignoti, Domenica in, Vieni da me, Telethon, La Corrida, l’ Eredità, Porta a Porta tutti programmi Rai ; Forum su Canale 5 e Rete 4 ; Piazza pulita su la 7 ; Bel tempo si spera e Il mio medico su TV 2000) . Poi sono arrivate le figurazioni per il cinema, le pubblicità e le figurazioni speciali per le trasmissioni tv. Di recente, la mia partecipazione per ben 2 volte a “Ciao Darwin 8” nella sfida “Web vs TV” e come concorrente nella puntata “Umani vs Mutanti” su Canale 5. Come giornalista, seguo tutti gli eventi che si svolgono nella Capitale da “Altaroma”, alla “Festa del Cinema” , ” Roma Sposa” , “Nastri d’argento”, la Festa dello Sport, “Rome Bridal Week”, “Tennis & Friends”, le sfilate di Accademie di Moda e Fashion designer. Partecipo a convegni, spettacoli teatrali, conferenze, cerimonie ed eventi sportivi presso il Coni.

Lo stesso anno è arrivata anche la Florida?

Si, volevo provare a fare qualcosa anche all ‘ estero. Ho la fortuna di avere un’ amica di famiglia, una stilista reggina Costanza Barilla che vive da più di 50 anni in America, di cui 20 a West Palm Beach in Florida, dove ha sempre lavorato come fashion designer, custom made a Worth Avenue la via della moda e dei brand più rinomati. Nel 2015, grazie a lei ho partecipato agli eventi del Circolo Italiano della Florida, alle manifestazioni internazionali di Miami, alle varie Feste Italiane organizzate dagli italiani all ‘estero . Ho conosciuto gli impresari, i vari Presidenti dei Circoli e delle Associazioni Internazionali e tutti i professionisti che stanno dietro l’organizzazione di eventi di tale portata. Da quel momento, la Florida è diventata per me un appuntamento fisso.

Come funziona a livello di eventi e spettacoli a Miami ?

Miami è una città che ti fa innamorare, un posto che ti entra nel cuore, con un grande potenziale turistico . In Florida ” The Sunshine State” , ovvero, lo Stato del Sole, ci sono eventi, manifestazioni e spettacoli tutto l ‘anno, sia a livello locale in alcune zone del Nord e del Sud della Florida, sia a livello mondiale, spesso, concentrati nelle zone a maggiore vocazione turistica come, appunto, Miami.  Personalmente, vado in Florida nel periodo cosidetto “di alta stagione (gennaio /maggio )”, nel quale favorevole il clima e l ‘arrivo di tanti turisti in concomitanza con lo “spring break” si concentrano la maggior parte degli eventi.

Che ruolo hai?

Ho l ‘onore di seguire la comunicazione e l’ informazione degli eventi organizzati dal “Circolo Italiano della Florida” , il “Miami Boat Show” , “The Taste of Litte Italy” by Galbani a Port St Lucie, “Italian Week” and “Fashion Show” a Worth Avenue Palm Beach, l ‘International Boat Show a West Palm Beach, “Calle Ocho” a Little Avana , l’ Ultra Festival a Miami, “St Patrick day” , “El Cinco de Mayo” , “La Festa Italiana” a Deerfield Beach, la “Fiera del Design” a Miami Downtown , i seminari su network, marketing, comunicazione e business organizzati dalla Camera di Commercio Italiana a Miami e tutte le iniziative del Consolato Italiano a Miami.

Quest’ anno mentre eri in Florida è arrivata l’ emergenza Covid – 19. Come vi siete organizzati con gli eventi ?

6) Siamo riusciti a portare a termine gli eventi programmati fino al 20 marzo tra cui il “Miami Boat Show” , l ‘ Italian Week a Worth Avenue , l’ Italian Festival a Port St Lucie e la 44° edizione del “Gala”, l’ evento più prestigioso organizzato dal “Circolo Italiano della Florida” che si è tenuto l’ 8 marzo al famoso “The Breakers” di Palm Beach. Dopo , con l ‘arrivo della pandemia in America, sono stati cancellati tutti gli eventi che erano in calendario e ho continuato con le interviste agli italiani di successo e ai professionisti che ancora oggi mi aggiornano sull’ emergenza Coronavirus in Florida.

Da italiana all’ estero, come hai vissuto l’ arrivo della pandemia a Miami sapendo che la stessa emergenza era già in Italia?

Con una doppia preoccupazione come tutti gli italiani all’ estero immagino. In Italia, avevo i miei familiari che sentivo tutti i giorni ad orari assurdi (per via del fuso orario) e mi raccontavano le loro paure durante le giornate che trascorrevano chiusi in casa. Quando l ‘emergenza è arrivata anche in Florida e il Presidente Trump ha disposto la chiusura di tutto, ho cominciato ad avere
la stessa angoscia. Per deformazione professionale, sono andata a documentare ciò che accadeva nelle zone più frequentate della Florida (Miami, Ocean Drive, Lincoln Road, South Beach, Miami Downtown, Brickell, Fort Lauderdale, Delray , Boca Raton, West Palm Beach, Deerfield Beach, South Point, Collins Avenue, Pompano Beach ) e per la prima volta dopo 5 anni, mi trovavo davanti una Miami deserta, inimmaginabile, mai vista così. 

Hai avuto difficoltà a rientrare?

Si, non è assolutamente semplice per gli italiani rientrare dall ‘estero. I voli vengono puntualmente cancellati da tutte le compagnie aeree. Trump ha bloccato i voli da e verso gli Usa, anche alcuni voli interni sono stati cancellati. Alitalia ha fatto l’ ultimo volo diretto da Miami a Roma Fiumicino il 17 marzo. Sono rientrata in Italia con il volo speciale della Farnesina organizzato dal Consolato Italiano che ha dei numeri di emergenza per gli italiani all ‘estero , un servizio a mio avviso molto efficiente.

Hai già pensato alla prossima stagione in Florida?

Certo, aspettiamo di vedere come andranno le cose con il Coronavirus e sicuramente tornerò a collaborare con le stesse persone meravigliose di sempre, alle quali si aggiungeranno le nuove conoscenze . Approfitto per ringraziare il Presidente del “Circolo italiano della Florida” Paul Finizio e l’ amministratrice delegata Antonella Brancaccio Balzano organizzatrice del Gala 2020 , Marco Capoccia imprenditore italiano e organizzatore della Festa Italiana a Deerfield Beach, Paolo Mangia responsabile del MAIE ( Movimento Associativo Italiani all ‘Estero) , Jerry Somma organizzatore “Taste of Little Italy by Galbani” , Gabriele Guerrini del Miami Boat Show, Augusto Cavallini del COM . IT. ES (Comitato Italiani all’ estero) e la stilista Costanza Barilla. Ringrazio Consolato Malara Direttore di “Exit Magazine” e Capo Redattore del giornale on line “Calabria Reportage” che hanno seguito il mio lavoro in Florida. Infine, grazie a tutti voi del “Periodico Informa” . 

Adesso finita la quarantena, arriva l ‘estate, la stagione che come sempre trascorrerai a Reggio Calabria?

Si, questa sarà una stagione senza tante certezze, soprattutto per noi che lavoriamo con gli eventi e gli spettacoli. Mi auguro che torneremo presto alla normalità. Come presentatrice ed organizzatrice di eventi, mi dovrò attenere alle disposizioni previste per gli operatori dello spettacolo, mettendo come sempre a disposizione la mia professionalità e la grande passione per il mio lavoro. Andrà tutto bene.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.