“IlluminiAmo il Capo”: Nasce il progetto ambizioso dei “Guardiani del Capo” volto a illuminare il profilo del noto comprensorio

“IlluminiAmo il Capo”: Nasce il progetto ambizioso dei “Guardiani del Capo” volto a illuminare il profilo del noto comprensorio

L’associazione, inoltre, si rende disponibile a valutare l’illuminazione di altri punti strategici ed interessanti a livello turistico, storico e religioso

RICADI – L’associazione di volontariato “Guardiani del Capo”, guidato da Giacomo Benedetto, annuncia il lancio di un ambizioso e rivoluzionario progetto sociale denominato “IlluniAmo il Capo”, che prende spunto da un’idea acquisita da un giovane imprenditore del turismo ricadese, Pasquale Lasorba.

“È partito tutto – racconta Benedetto – da un sogno nel cassetto di Lasorba e cioè illuminare a giorno il Capo Vaticano, simbolo indiscusso di tutto il comune di Ricadi.

Subito, mi son messo a lavoro con gli associati, in particolare con la vicepresidente Luisa Caronte, il tesoriere Gabriele Scordamaglia, la segretaria Aurora Navarra e il socio fondatore Pino Loiacono, per iniziare la valutazione progettuale”.

Dare un messaggio di integrazione, rispetto dei diritti e unità nazionale, dedicando l’inaugurazione artistica alla medaglia d’oro ottenuta dall’Italia nei 100 metri con Marcell Jacobs alle olimpiadi di Tokio.

“Lo scopo del progetto – specifica Giacomo Benedetto – è dare un contributo al territorio ricadese in termini di valorizzazione e promozione territoriale, evidenziando artisticamente il “Palombaro”, in modo tale da creare un’attrattiva notturna visibile non solo da tutta la baia di Grotticelle ma pure da Santa Maria, compreso Petto Bianco, le alture di Coccorino e del Poro e da ogni angolazione marina lato sud – Stretto di Messina e Golfo di Gioia Tauro”.

Sono previsti potenti proiettori led da 82 mila lumen e, in maniera alternata e programmata, verranno proiettate immagini e simboli scelti ad hoc di volta in volta.

“Abbiamo – continua Benedetto – per prima cosa cercato attentamente quindi trovato, dopo nostra dettagliata proposta, un partner liberale eccezionale e assai rappresentativo che è Nuccio Caffo, proprietario del celeberrimo “Amaro del Capo”.

Con lui, si è quindi concordato che una volta acquistato tutto il necessario per il progetto, lo donerà alla nostra associazione che lo gestirà a titolo gratuito ed in perfetta armonia con lo statuto i termini di promozione del territorio.

Per il posizionamento dei proiettori, è stato individuato un punto specifico in una proprietà privata, il “Blue Bay Resort”, con il quale si è provveduto a stilare un accordo per l’uso a titolo gratuito del terreno e della fornitura di energia elettrica.

Avendo inoltre seguito scrupolosamente tutte le procedure burocratiche siamo già riusciti ad ottenere il nullaosta dalla Capitaneria di Porto di Vibo Valentia Marina competente per territorio demaniale, per via della presenza del faro sul promontorio”.

Il progetto è stato illustrato al sindaco Nicola Tripodi, che lo ha accolto con entusiasmo stabilendo preliminarmente la concessione del patrocinio gratuito, oltre a forme di promozione e cooperazione per il miglior utilizzo del sistema di illuminazione artistica.

L’associazione, infine, si rende disponibile a valutare l’illuminazione di altri punti strategici ed interessanti a livello turistico, storico e religioso a titolo assolutamente gratuito: “Chiunque ne faccia richiesta, sarà presa in considerazione dal direttivo per la fattibilità”.

Ilaria Giuliano

Ilaria Giuliano

Laureata in scienze giuridiche presso l'università di Pisa, è giornalista pubblicista per il Quotidiano del Sud e collabora con Informa dalla sua fondazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.