Il Comune ordina la riapertura del belvedere del Tempio di Nettuno a Capo Vaticano

11198659_376010669249277_1658241702_nUno degli angoli più caratteristici e incantevoli di Capo Vaticano sarà finalmente riaperto alla fruizione del pubblico. Infatti, Il responsabile dell’Area Tecnica del Comune di Ricadi, Pasquale Lagadari, con l’ordinanza n.17 del 4 Maggio ha disposto la rimozione del cancello apposto all’ingresso dell’area del Belvedere del Tempio di Nettuno perché abusivamente installato dalla ditta  che aveva in concessione 86 metri quadrati di suolo comunale “per l’installazione di un prefabbricato in legno da adibire a Bar – Birreria – Paninoteca”. Della vicenda, come molti ricorderanno, se ne era interessato il Prefetto di Vibo Valentia,  Giovanni Bruno, che, nel corso del consiglio comunale aperto svoltosi a Ricadi il 2 Febbraio scorso, aveva sollecitato i Commissari affinché si attivassero per ottenere la riapertura di una strada «abusivamente chiusa», in modo da rafforzare il senso del rispetto della legalità sul territorio. Come riportato dall’ordinanza pubblicata sull’Albo Pretorio del Comune, il cancello che impedisce l’accesso al pubblico «è stato apposto senza alcuna autorizzazione, quindi è da ritenersi opera abusiva». Tale circostanza è stata comprovata da un esame degli atti comunali e quindi di una relazione istruttoria redatta dall’ing. Antonella Sette in qualità di Sovraordinato all’Area Tecnica, giusto decreto prefettizio del 38142 del 30/10/2014. Pertanto, dopo aver dato alla controparte comunicazione dell’avvio del procedimento e considerando che «pur essendo abbondantemente trascorso il termine assegnato, l’interessata non ha prodotto memorie ed osservazioni», il responsabile dell’Area Tecnica, Pasquale Lagadari ha ordinato «la rimozione del cancello apposto all’ingresso dell’area denominata “Belvedere” con il conseguente ripristino delle condizioni di libero accesso all’area pubblica, entro 15 giorni decorrenti dalla data di notifica della presente ordinanza. Finalmente, il Comune ha preso un provvedimento chiaro in merito ad una vicenda che aveva suscitato in questi anni lo sdegno di numerosi cittadini, ma anche di turisti abituali che ne attendevano la riapertura e alla delusione di nuovi ospiti che, venendo a conoscenza dell’esistenza del luogo, non hanno potuto visitarlo e godere della splendida vista. Infatti, come riportato nel documento, un sopralluogo della Polizia Municipale datato 8 Luglio 2013 aveva già accertato che la strada di accesso al Belvedere risultava chiusa dal cancello in questione.

Redazione

Redazione

www.periodicoinforma.it - supplemento online al periodico bimestrale Informa (Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/18 del 20/02/2018 e ISSN 2420-8280). Contattaci scrivendo a redazione@periodicoinforma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.