Il Comune di Drapia partecipa a “M’illumino di Meno”

Il Comune di Drapia partecipa a “M’illumino di Meno”
Anche il Comune di Drapia partecipa a “M’illumino di Meno”, la “Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili” lanciata da Caterpillar e Radio2 nel 2005

L’edizione di questo anno è dedicata al Salto di specie, l’evoluzione ecologica nel nostro modo di vivere che dobbiamo assolutamente fare per uscire migliori dalla pandemia.

Il Comune di Drapia per l’occasione spegnerà le luci degli edifici pubblici comunali. Un piccolo gesto per ricordare l’importanza del risparmio energetico e del rispetto ambientale.

Ricordiamo il decalogo del risparmio energetico di Caterpillar.

  1. spegnere le luci quando non servono.
  2. spegnere e non lasciare in stand-by gli apparecchi elettronici.
  3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria.
  4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
  5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.
  6. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne.
  7. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.
  8. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.
  9. utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.

Si potrebbe, inoltre, continuare la proposta del 2020 con l’idea di Pianta un albero o una pianta, a sostegno di una maggiore tutela dell’ambiente.

Tania Ruffa

Tania Ruffa

Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali presso l'Università La Sapienza di Roma si occupa di comunicazione digitale, in particolar modo politica e della Pubblica Amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.