I Puc: Progetti utili a tutta la collettività

I Puc: Progetti utili a tutta la collettività

Una serie di provvedimenti, a beneficio della collettività ricadese, sono stati recentemente approvati dalla giunta comunale guidata dal neo sindaco Nicola Tripodi.

Da ciò che emerge si dà mandato al responsabile del servizio sociale dell’Ente per la predisposizione di progetti utili alla collettività (i cosiddetti Puc), le cui attività dovranno essere individuate a partire dai bisogni e dalle esigenze della comunità, tenuto conto anche delle opportunità che le risposte a tali bisogni offrono in termini di crescita delle persone coinvolte.

Stando al documento consultabile nell’albo pretorio online, lo stesso responsabile sarà coadiuvato da Domenico Tomaselli, il quale detiene la delega alle politiche sociali, che ricoprirà il ruolo, quindi, di responsabile dei progetti Puc.

Le attività progettuali vanno intese come occasioni di arricchimento a seconda delle finalità e degli obiettivi da perseguire.

Inoltre, i Puc dovranno riguardare i seguenti ambiti: sociale; culturale; artistico; ambientale; formativo; tutela dei beni comuni.

I progetti utili alla collettività, come predisposto dal responsabile del servizio sociale dell’Ente, saranno trasmessi per l’eventuale assunzione d’impegno di spesa conseguente all’attuazione dei progetti e per il successivo invio al Comune capofila per l’attuazione del piano di zona dell’ambito territoriale di Spilinga, anche ai fini della programmazione delle risorse.

Altra notizia interessante riguarda poi l’efficientamento di pubblica illuminazione.

Infatti, è recente la decisione di affidare l’esecuzione dei lavori di efficientamento energetico della rete di pubblica illumininazione del territorio.

Secondo quanto riportato in albo pretorio online, l’importo ammonta a circa 370 mila euro, oltre a 82 mila euro di Iva.

Ricordiamo che, con delibera del 2019, l’amministrazione comunale aveva approvato il progetto in questione, redatto dall’ufficio tecnico per una spesa complessiva di circa 460 mila euro.

Infine, è da rammentare che la Regione Calabria ha pubblicato sul Burc un avviso rivolto ai Comuni e all’Unione dei Comuni della Calabria, volto proprio al finanziamento di interventi di efficientamento delle reti di pubblica illuminazione.

Il Comune di Ricadi rientra quindi nei requisiti fissati dall’avviso pubblico ai fini della presentazione della domanda di partecipazione.

Altro importante provvedimento è quello che riguarda la realizzazione di un impianto di videosorveglianza dell’intero territorio comunale.

È quanto emerge da una recente determina, a firma del dirigente dell’ufficio tecnico del comune, Vincenzo Calzona, mediante la quale è stata approvata l’aggiudicazione definitiva con contratto di stipula per l’impresa di Massimo Greco, del crotonese, che ha offerto un ribasso del 35% sull’importo a base d’asta di 138 mila euro, oltre agli oneri di sicurezza.

Il progetto definitivo, ed esecutivo, è stato presentato dal professionista Giovanni Russo ed è stato acqusito al protocollo comunale lo scorso gennaio, per un importo totale del finanziamento pari a 200 mila euro.

A tal proposito, il primo cittadino, Nicola Tripodi, ha spiegato che si tratta di “un impianto distribuito su tutto il territorio, in particolare nei punti di accesso al territorio comunale, nelle piazze e nelle zone che finora sono state più esposte alla raccolta abusiva di rifiuti tanto da divenire vere e proprie discariche.

L’obiettivo è un capillare controllo del territorio, al fine anche di contrastare episodi di microcriminalità purtroppo verificatesi”.

Le telecamere, in sostanza, serviranno dunque a sorvegliare soprattutto zone che presentano particolari elementi di criticità, chiaramente rilevanti per l’ordine pubblico e la sicurezza, prevenire e reprimere atti di vandalismo e ogni altro fatto criminoso.

Un sistema di controllo capillare, dunque, volto a monitorare le diverse aree del frazionato centro costiero di Ricadi, anche per supportare le forze di polizia in tutte le attività di prevenzione e controllo, fornendo un maggiore senso di sicurezza nei cittadini, e nei turisti che popolano la costa ricadese durante la bella stagione.

La realizzazione di un impianto di videosorveglianza funzionante, infine, renderà più fattibile anche quella che è la promozione del decoro urbano nelle aree comunali, ritenute magari più vulnerabili.

Ilaria Giuliano

Ilaria Giuliano

Laureata in scienze giuridiche presso l'università di Pisa, è giornalista pubblicista per il Quotidiano del Sud e collabora con Informa dalla sua fondazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.