Guardia di Finanza di Vibo: dalla lotta all’evasione alla pubblica sicurezza, presentato il bilancio del 2020

Guardia di Finanza di Vibo: dalla lotta all’evasione alla pubblica sicurezza, presentato il bilancio del 2020

Ricordati e presentati cifre e traguardi in occasione dell’anniversario della fondazione del Corpo

In occasione del 247° anniversario delle fiamme gialle, è stato presentato un bilancio del lavoro svolto dalla guardia di finanza nell’anno 2020, nel corso del quale la Guardia di Finanza di Vibo Valentia ha impiegato oltre 1.400 pattuglie per assicurare il rispetto delle misure di contenimento della pandemia, nonché effettuato 1.205 interventi ispettivi e 124 indagini per contrastare le infiltrazioni della criminalità economica e organizzata nel tessuto economico e sociale.

Nel corso di 35 interventi ispettivi sono stati recuperati a tassazione oltre 15,5 milioni di euro di base imponibile netta, circa 3 milioni di euro di IVA evasa e constatati rilievi IRAP per quasi 16,5 milioni di euro. Individuati 9 soggetti evasori totali, per circa 150 mila euro di IVA ed una base imponibile netta ai fini delle Imposte Dirette di oltre 600 mila euro. Inoltre, sono stati verbalizzati 20 datori di lavoro per aver impiegato 66 lavoratori in “nero” o irregolari.

254 sono gli interventi a tutela dei principali flussi di spesa, dagli appalti agli incentivi alle imprese, dalla spesa sanitaria alle erogazioni a carico del sistema previdenziale, dai fondi europei alla responsabilità per danno erariale.

Le frodi scoperte sono state pari a oltre 4,8 milioni di euro, con 20 soggetti denunciati, mentre si attestano su oltre 730.000 euro quelle nel settore della spesa previdenziale, assistenziale e sanitaria.

Invece sono 25 i soggetti segnalati amministrativamente per illiceità nel comparto dei Ticket Sanitari.

Sono stati segnalati 4 soggetti alla Magistratura contabile danni per oltre 1 milione di euro. Denunciati poi 63 percettori, in maniera indebita, del reddito cittadinanza per un importo complessivo pari a 572.000 euro. Tra loro anche soggetti condannati per associazione mafiosa.

Nel corso del 2020 nella provincia di Vibo Valentia, in applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 42 soggetti e ammonta ad 1 milione di euro il valore dei beni sequestrati.

Eseguiti 621 accertamenti per il rilascio della documentazione antimafia su input delle Prefetture.

Denunciati anche 37 soggetti per distrazioni di beni per 35 milioni di euro.

Sequestrati anche 640 chili di marijuana e 5.260 piante di cannabis e arrestati 5 soggetti.

Sequestrati inoltre pistole, silenziatori e munizioni per detenzione abusiva.

In materia ambientale scoperta anche una discarica a cielo aperto in un’area verde privata.

Denunciati 2 farmacisti per la vendita di mascherine protettive con un sequestro di 46.900 mascherine.

Infine, la Guardia di Finanza di Vibo Valentia ha concorso, tramite l’impiego dei militari specializzati Anti Terrorismo Pronto Impiego “AT-P.I.”, alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, in ambito locale, secondo le richieste pervenute dalla locale Autorità di Pubblica Sicurezza.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.