FlixBus potenzia la rete in Calabria per una ripartenza in sicurezza del turismo

FlixBus potenzia la rete in Calabria per una ripartenza in sicurezza del turismo

Attive da domani nuove tratte, già acquistabili su tutti i canali di vendita. Collegate 35 città sul territorio regionale, dalla Costa degli Achei a Reggio Calabria

L’estate è alle porte e l’intero Bel Paese ha voglia di rimboccarsi le maniche e risollevare le proprie sorti partendo e investendo proprio sul turismo.

FlixBus si prepara a soddisfare una domanda destinata a crescere in maniera significativa assicurando una copertura omogenea del territorio, con un’attenzione particolare ai centri meno collegati.

La società intende garantire la possibilità di spostarsi in totale sicurezza, ma anche contribuire alla deconcentrazione dei flussi turistici,

con l’obiettivo di valorizzare quei luoghi di interesse ancora scarsamente collegati dai tradizionali mezzi di trasporto.

Da domani, giovedì 6 maggio, FlixBus estenderà i collegamenti a 35 centri sull’intero territorio regionale, con una rete che si estenderà da Sibari fino a Reggio Calabria.

Non solo verranno garantite, e potenziate, le connessioni con molte delle principali città calabresi, ma saranno anche collegate alcune fra le più piccole località della regione,

con il duplice obiettivo di assicurare anche a chi risiede in aree poco collegate la possibilità di spostarsi e di veicolare i flussi di visitatori lungo itinerari meno battuti, creando opportunità per il turismo locale.

LE NUOVE TRATTE

Vibo Valentia

Vibo Valentia e Pizzo rientrano fra le città connesse dalla rete FlixBus in Calabria: mentre il capoluogo di provincia si offre come punto di partenza ideale per un viaggio in Sicilia,

grazie ai collegamenti con Messina, Taormina e Catania, o alla scoperta del Centro-Nord, grazie alle rotte attive verso Roma, Siena, Firenze, Bologna, Parma, Milano e Torino,

Pizzo si offre come meta balneare privilegiata per i turisti in arrivo dalla Capitale, oltre che da Firenze, Bologna, Parma, Milano e Torino.

Cosenza

Nel Cosentino, Tarsia, Spezzano Albanese, Luzzi, Mongrassano e Bisignano si andranno ad aggiungere a Cosenza e Rende fra i comuni già collegati nella Valle del Crati,

mentre San Giorgio Albanese, Vaccarizzo Albanese e Santa Sofia d’Epiro si affiancheranno ad Acri e San Demetrio Corone fra quelli già raggiungibili nell’area silana.

Rimarranno attive e saranno potenziate le tratte da e per vari comuni della costa ionica, tra cui Corigliano-Rossano, Cariati e Sibari. Completano il quadro le tratte operative con Frascineto, Firmo e Mormanno, nell’area del Pollino.

Catanzaro

Lamezia Terme continua a rappresentare una tappa d’eccezione all’interno della rete nazionale di FlixBus, fungendo da snodo nevralgico di interconnessione per le tratte che collegano la Sicilia all’Italia continentale.

Emblematiche di questa funzione sono le tratte operative da domani verso mete quali Messina, Taormina, Catania e Siracusa e,

nelle altre direzioni, Taranto, Bari, Roma e Siena, che, oltre a offrirsi come opzione di viaggio ideale per una vacanza in Italia,

permetteranno ai turisti in arrivo dalle altre regioni di scoprire Lamezia e il suo patrimonio artistico e culturale.

Crotone

Sono cinque i centri collegati da FlixBus in provincia di Crotone: oltre che nel capoluogo, infatti, gli autobus verdi fermano nelle località balneari di Strongoli Marina, Torre Melissa, Cirò Marina e Torretta Crucoli.

Ai collegamenti già attivi con Roma si aggiungeranno da domani tratte dirette con importanti mete del Sud Italia,

quali Napoli, Salerno, Caserta e l’aeroporto di Capodichino, e varie destinazioni del Centro-Nord,

come Firenze, Siena, Perugia, Bologna, Modena e Bergamo, che consentiranno al territorio di beneficiare di nuovi arrivi in vista della stagione turistica

Reggio Calabria

Toccano quota cinque le destinazioni collegate da FlixBus nel Reggino: da Reggio Calabria a Rosarno,

passando per Villa San Giovanni, Palmi e Gioia Tauro, il litorale tirrenico e la Piana di Gioia sono connessi capillarmente,

a vantaggio sia dei residenti, che possono usufruire di una soluzione di viaggio pratica ed economica

per raggiungere destinazioni di interesse come Roma, Firenze, Bologna, Parma, Milano e Torino,

sia del territorio, che può beneficiare dell’afflusso di visitatori in arrivo dal centro e dal nord Italia.

Andrea Incondi
Managing Director
FlixBus Italia

Guardiamo con fiducia al futuro, certi di una ripresa imminente e consapevoli del ruolo cruciale che, in quanto operatore della mobilità,

siamo chiamati ad assolvere – dichiara Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia – ora dobbiamo garantire a tutti la possibilità di viaggiare in totale sicurezza,

per dare il giusto slancio a un settore che ha già sofferto troppo e che ha bisogno del nostro supporto“.

Conclude poi Incondi: “Noi siamo pronti a fare la nostra parte per aiutare il turismo a ripartire, nel rispetto delle regole e della situazione sanitaria,

rendendo giustizia a un patrimonio paesaggistico, artistico e culturale che, da solo, può contribuire in larga parte al rilancio del Paese“.

Sono circa 150 le destinazioni che FlixBus collegherà a partire da domani in 18 regioni italiane,

con una rete che si estenderà dal Friuli-Venezia-Giulia fino alla Sicilia e ampliando i collegamenti con le autostazioni e stazioni ferroviarie cittadine e gli aeroporti.

Questo “consentirà ai visitatori di esplorare con facilità le aree attigue senza ricorrere alla propria auto privata, in linea con l’ideale di un turismo lento e di prossimità,

caratterizzato da un impatto ambientale ridotto e da un approccio immersivo al viaggio” si legge nella nota dell’azienda di trasporto.

Infine, “in linea con la visione globale che ci accompagna dalla nascita” chiosa il Managing Director,

FlixBus continuerà comunque a garantire la possibilità di viaggiare da e verso l’estero, in totale sicurezza,

grazie ai numerosi collegamenti internazionali attivi verso 30 destinazioni.

Con pochi cambi, si potranno raggiungere dalla Calabria importanti mete europee come Parigi, Barcellona e Monaco di Baviera a fronte di una spesa contenuta.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.