Ecco in cosa consiste il “Bonus idrico” da 1000 euro per limitare gli sprechi d’acqua

Ecco in cosa consiste il “Bonus idrico” da 1000 euro per limitare gli sprechi d’acqua

Un aiuto economico eco-friendly alla portata di molte famiglie

Nella legge di Bilancio 2021 è stato inserito il c.d. Bonus Idrico che permette a tutti i beneficiari di poter ridurre gli sprechi d’acqua e di conseguenza ottenere un risparmio in bolletta.

La commissione Ambiente alla Camera finanzierebbe il nuovo bonus bagno e riqualificazione idrica 2021 con un fondo da 15 milioni di euro che erogherà, fino ad esaurimento risorse, un contributo economico fino a 1000 euro (tetto massimo di spesa riconosciuto).

Cosa rientra?

La fornitura di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico.

È compresa anche la posa in opera nonché le opere idrauliche e murarie collegate allo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

La fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto.

Anche in questo caso la posa in opera, le  spese murarie e idrauliche sono comprese.

A chi è rivolto?

I beneficiari saranno le persone residenti in Italia possessori di pochi – ma necessari – requisiti:

Indicatore ISEE non superiore a 8.256 euro (fino al 2019 era necessario un ISEE non superiore a 8.107,5 euro);

Nel caso di famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico) l’indicatore ISEE non deve essere superiore a 20.000 euro.

Anche un titolare del Reddito di Cittadinanza (legge 28 marzo 2019, n. 26, ha diritto ad accedere al bonus elettrico, gas e idrico, anche se la soglia ISEE è superiore a 8.256 euro).

Inoltre, il Bonus idrico non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fini del computo del valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (fonte Agenzia delle Entrate).

Le modalità e i termini per l’ottenimento e l’erogazione del beneficio saranno definite dal Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare entro febbraio 2021 (60 giorni dopo la legge di Bilancio), ma sul nostro territorio c’è già chi si sta preparando per dare questo servizio a tutte quelle persone che prima di essere clienti sono concittadini.

La BigMat Edil Solai di Capo Vaticano, presente sul territorio da oltre due generazioni, si sta già approvvigionando dei prodotti ammessi e studiando tutta la documentazione per poter offrire ai loro clienti un servizio efficiente e veloce.

L’Azienda, oltre al sopraindicato incentivo, è preparata ad erogare tutti i servizi attualmente disponibili a vantaggio del cliente dal punto di vista delle agevolazioni fiscali:

Conto termico, Super Bonus 110% e bonus infissi sono pratiche all’ordine del giorno per questa struttura che è il fiore all’occhiello della zona e che, nonostante il periodo molto complesso, è riuscita a mandare avanti l’attività senza mai abbattersi.

di VINCENZO PAPA

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.