Disagi nella spiaggia riservata ai diversamente abili a Santa Maria: “Uniti per Ricadi” interroga l’Amministrazione Tripodi sull’accessibilità e fruibilità

Disagi nella spiaggia riservata ai diversamente abili a Santa Maria: “Uniti per Ricadi” interroga l’Amministrazione Tripodi sull’accessibilità e fruibilità

La questione, nello specifico, riguarda il tratto di spiaggia in località “Petrario” nel borgo di Santa Maria

RICADI – I consiglieri del gruppo di opposizione  “Uniti Per Ricadi”, guidato da Pasquale Mobrici, hanno inviato un’interrogazione scritta all’amministrazione comunale di Nicola Tripodi per verificare se “intende intervenire per garantire parcheggi, accesso a mare e spazio riservati ai diversamente abili”.

La questione, nello specifico, riguarda il tratto di spiaggia in località “Petrario” nel borgo di Santa Maria.

“Grazie alla sinergia tra l’amministrazione comunale di Giulia Russo- rimarca la minoranza di Ricadi – e l’associazione “Le stelle del faro”, nel 2017, una piccola parte di spiaggia di Santa Maria, al “Petrario”, veniva riservata ai disabili ed alle loro famiglie, con abbattimento barriere architettoniche e delimitazione spazio riservato e parcheggio.

L’iniziativa veniva giustamente pubblicizzata ed accolta con favore dall’intera comunità ricadese, come grande simbolo di civiltà.

Considerato che,  come più volte accaduto in passato, è stata sottratta l’insegna che indica che la spiaggia è riservata ai diversamente abili ma, nonostante numerose sollecitazione ed avvisi al sindaco Tripodi, alla polizia municipale e agli assessori, dall’inizio dell’estate ad oggi, nessuno è intervenuto per delimitare gli spazi del lido riservato, garantire l’accesso alla spiaggia ed ai parcheggi, con il ripristino delle insegne e targhette che indicano che la spiaggia è riservata”.

In conseguenza di ciò, a detta di “Uniti per Ricadi”, le numerose famiglie che riuscivano a garantire un po’ di mare ai loro cari grazie a questo spazio riservato, “quest’anno trovano quotidianamente posti auto occupati, accessi a mare impediti da barche e natanti, spiaggia occupata da lidi privati e ombrelloni, specchio d’acqua antistante utilizzato come corridoio di lancio”.

Alla luce di tutto ciò, in conclusione, Pasquale Mobrici, Giusi Schiariti, Agostino Pantano e Teresa Rizzo, che compongono le file dell’opposizione comunale, chiedono a gran voce che siano accesi i riflettori su questa problematica e soprattutto un risoluto e immediato intervento.

Ilaria Giuliano

Ilaria Giuliano

Laureata in scienze giuridiche presso l'università di Pisa, è giornalista pubblicista per il Quotidiano del Sud e collabora con Informa dalla sua fondazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.