Covid, Stretta alla mobilità a Pasqua. Il Viminale ai prefetti: “più controlli anti assembramenti”

Covid, Stretta alla mobilità a Pasqua. Il Viminale ai prefetti: “più controlli anti assembramenti”

Una circolare, firmata dal capo di Gabinetto del Viminale, Bruno Frattasi, introduce “una disciplina più rigorosa per contenere,nella massima misura, la diffusione del virus

Stringente la sorveglianza nel periodo pasquale con controlli mirati lungo le strade extra urbane, aeroporti e ferrovie.

Controlli sempre più accurati e concentrati nelle aree urbane a maggior rischio assembramento – è quanto chiede il Viminale nella circolare inviata ai prefetti.

Il documento, firmato dal capo di Gabinetto Bruno Frattasi, introduce una disciplina più rigorosa per contenere la diffusione del virus.

“Si raccomanda, pertanto, controlli accurati – si legge nella nota – nelle aree urbane più sensibili e potenzialmente interessate da fenomeni di assembramento, specialmente in corrispondenza delle giornate festive e prefestive”.

Sorveglianza, dunque, sulle strade nel periodo pasquale e l’autocertificazione servirà in tutti i casi, nelle diverse zone.

“Le disposizioni verranno applicate con rigore e con controlli mirati lungo le strade di scorrimento extra-urbano, potenzialmente interessate da flussi di traffico più intensi. Uguale attenzione verrà poi rivolta alle stazioni aeroportuali e ferroviarie, come anche agli altri snodi della mobilità urbana”.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.