Caso Ruffa: il Pd cittadino si schiera con il vicesindaco Tropeano

Stilato un documento, inoltrato anche al Pd provinciale, in difesa del compagno di partito

Domenico_TropeanoIl Pd cittadino serra le fila attorno al vicesindaco Domenico Tropeano, accusato dalla compagna di partito Dina Ruffa di atti violenti nei suoi confronti durante la riunione del 19 dicembre scorso.
Il circolo tropeano, dopo una riunione con i vertici provinciali, ha sottoscritto un documento per fare chiarezza sulla vicenda, alla luce delle testimonianze dei presenti. Il documento è stato sottoscritto dal segretario cittadino Sandro d’Agostino e dagli iscritti roberto De Vincentis, Pasquale Frezza, De Vecchio Alfonso, Lina Seva, Francesco Il Grande, Nino Valeri, Angela Calabretta, che erano dai presenti alla riunione durante la quale sarebbero avvenuti i fatti contestati dalla Ruffa a Tropeano. Da tale documento si evince in maniera inequivoca che nessuna aggressione fisica è stata mai portata da Tropeano alla Ruffa.
«I sottoscritti tutti aderenti al Partito Democratico – si legge infatti – e presenti alla riunione tenutasi in data 19.12.2014 nella sede del Circolo di Tropea, a seguito della mendace campagna di stampa, imbastita ad arte da parte di chi essendo a corto di elementi politici per giustificare il suo inqualificabile comportamento, in occasione dell’ultima campanga elettorale per le regionali, esprimono tutta la loro solidarietà politica ed umana all’amico dott. Tropeano Domenico vicesindaco della città di Tropea per le vili ed infamanti accuse di cui è oggetto».

Mai in quella sede Tropeano
ha picchiato, malmenato,
schiaffeggiato o usato
comportamenti violenti
nei confronti di Dina Ruffa

Entrando nel merito del fatto contestato dalla Ruffa a Tropeano, i sottoscrittori del documento puntualizzano che «mai in quella sede il dott. Tropeano ha picchiato, malmenato o schiaffeggiato o usato comportamenti violenti nei confronti dell’iscritta Dina Ruffa e non riescono a capacitarsi come organizzazioni del mondo femminile (clicca per leggere) o associazioni politiche possano esprimere vicinanza per un fatto mai accaduto e senza, caso ancora più grave, verificare se quanto riferito corrisponde a vero».
In conclusione, dalla sede cittadina del Pd fanno sapere che i firmatari del documento «hanno già dato la loro totale disponibilità a dare ampia testimonianza nelle sedi più consone a sostegno della onorabilità di un amministratore il cui impegno politico lineare e coerente, nonché improntato ai più altui valori morali, è a conoscenza di tutta la cittadinanza tropeana».

Sandro_DAgostino.jgpSempre a seguito della riunione in cui si è deciso di produrre delle testimonianze a favore di Tropeano, il circolo cittadino ha deciso di inoltrare anche al circolo provinciale il documento sottoscritto.
Questa scelta dipende dal fatto che la Segreteria provinciale del Partito Democratico, attesa la gravità delle accuse, aveva sollecitato i presenti al massimo riserbo fino a quando l’indagine interna disposta dal Partito non avesse chiarito quanto realmente accaduto». I firmatari scrivono infatti al Pd provinciale che «sia pure non condividendo l’invito si sono uniformati alle superiori disposizioni, sperando che sui fatti venisse fatta subito chiarezza. Purtroppo le concomitanti vacanze natalizie non hanno consentito di procedere agli accertamenti con la dovuta ed opportuna celerità. Ad ogni buon fine e nell’immediatezza delle conclusioni delle indagini esperite dalla Segreteria Provinciale rassegnano in fede l’allegata dichiarazione».

Sul caso, a seguito di questa azione intrapresa dal gruppo cittadino, è intervenuto ovviamente anche D’Agostino (clicca per leggere), per ringraziare Enzo Insardà e puntualizzare che la vicenda è stata «artificiosamente imbastita dalla Ruffa».

Francesco Barritta

Francesco Barritta

Direttore responsabile del periodico Informa e del sito collegato, è stato collaboratore delle testate "Calabria Ora" dal 2007 al 2010 e "Gazzetta del Sud" dal 2010 al 2012. Ha inoltre diretto il mensile "Tropeaedintorni.it" dal 2010 al 2014, i periodici "TropeaInforma" e "DrapiaInforma" e ha scritto articoli per varie testate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.