Capo Vaticano: la magnifica località Grotticelle devastata dai rifiuti

Capo Vaticano: la magnifica località Grotticelle devastata dai rifiuti

Ripetute le segnalazioni e le raccolte differenziate. Le parole di Aurora Navarra, uno dei coordinatori Plastic Free del territorio, sono chiare: rispettare il territorio

“Grotticelle, luogo plasmato dagli Dei e devastato dai rifiuti, quello che emerge è la totale incapacità di saper gestire e organizzare ciò di cui la Costa degli Dei ha bisogno, non solo per mantenere il decoro urbano in condizioni dignitose, ma soprattutto con l’arrivo dell’estate, dove il comune di Ricadi ospita turisti da tutto il mondo” è quanto afferma Aurora Navarra una dei coordinatori Plastic Free del territorio.

Innumerevoli le segnalazioni fatte, i mastelli disposti e le telecamere posizionate dall’ente comunale. Nonostante tali disposizioni, il piazzale di Grotticelle versa nelle stesse condizioni.

“Il punto centrale – continua – è chi beneficia di un bene pubblico, perché non lo rispetta? La spiaggia è un bene comune, un servizio pubblico che va tutelato a prescindere da chi lo gestisce.

Nessuno si prende la propria responsabilità, ma il servizi dei parcheggi a pagamento, quello funziona, se non si paga il ticket, le multe vengono fatte”

Ma Navarra si pone anche degli interrogativi: “Ma dove sono i vigili urbani quanto gli incivili buttano la spazzatura? Quando i turisti, abitanti dello stesso comune, gestori di attività commerciali, calpestano la dignità del luogo che li ospita? Ci dovremmo ricordare che la terra non è nostra, che ogni azione incivile, va a nostro discapito”.

Conclude poi: “Ciò che noi lasciamo nelle spiagge, va a finire nei pesci, e gli stessi, li mangiamo noi. Siamo arrivati in un di non ritorno, mettiamoci una mano sulla coscienza e rispetto questo territorio. Il tempo che abbiamo a disposizione è limitato”.

Ripetutamente persone del posto si sono adoperati per la pulizia delle spiagge insieme ad associazioni locali ed eventi organizzati dalla stessa Plastic Free, ma l’inciviltà dell’uomo continua a rovinare la bellezza di un posto unico al mondo.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.