Calabria zona arancione e la situazione nel vibonese

Calabria zona arancione e la situazione nel vibonese

Mentre i colori di tutta Italia si rimescolano, la Calabria passa da zona gialla a zona arancione

Il rischio resta alto e da lunedì fino al 6 Aprile, (mentre dal 3 al 5 aprile totalmente zona rossa) l’Italia da zone gialle passerà a zone arancioni.

L’impennata di contagi di questo periodo su tutto il territorio nazionale, ha fatto ben preoccupare il governo che con l’ultimo DPCM firmato da Draghi, ha diviso l’Italia tra zona rossa e arancione, tranne la Sardegna che rimane zona bianca.

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, in Calabria con 213.470 dosi consegnate, sono state somministrate 164.593 dosi – report delle ore 13 di oggi.

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 581.330 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 616.909 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 40.885 (+275 rispetto a ieri), quelle negative 540.445.

Nella provincia di Vibo Valentia, con i dati fino dell’11 marzo vi è stato un improvviso crollo del numero dei vaccinati, arrivando ad essere complessivamente 9.832 le inoculazioni effettuate, circa il 70 % in meno di iniezioni rispetto ai due giorni precedenti.

Dalla regione, nella provincia di Vibo Valentia risultano

Casi attivi 545 (14 ricoverati, 531 in isolamento domiciliare).

Casi chiusi 3.348 (3.289 guariti, 59 deceduti).

I casi confermati sono così suddivisi: Cosenza 74, Catanzaro 42, Crotone 59, Vibo Valentia 35, Reggio Calabria 95.

Ed è nel vibonese, insieme ad altre zone di altre province, che si aggiungono San Nicola da Crissa e le frazioni Piani di Acquaro, che diventano zone rosse dietro ordinanza del presidente facente funzioni della Regione Nino Spirlì, dal 13 al 28 marzo.

Il sindaco di Capistrano (vicina a San Nicola da Crissa), Marco Martino, resta fedele alle sue parole e si blinda a “quasi zona rossa” con coprifuoco alle 20.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.