Ricorso al Tar: scuole riaperte ma non in tutta la provincia

Ricorso al Tar: scuole riaperte ma non in tutta la provincia

Alcune zone della provincia di Vibo Valentia rimangono zona rossa e con le scuole in DAD

Il Covid-19 continua a creare incertezza e confusione e nonostante la Calabria zona gialla e il Presidente ff della regione, Nino Spirlì, abbia ordinato la chiusura delle scuole, vari ricorsi da parte di alcune famiglie hanno portato il Tar ad ordinare la loro riapertura.

Sottolineando come il numero di contagi in Calabria sia considerevolmente inferiore rispetto ai dati del resto d’Italia.

Nel vibonese però c’è ancora il troppo timore di alcuni sindaci che si vedono costretti a mantenere la linea del Presidente Spirlì,

poiché alcuni comuni sono ritenuti “zona rossa” per via dei considerevoli numeri di contagi.

Sono Briatico, Dasà, Gerocarne, Soriano e Sorianello a mantenere le scuole chiuse, come anche Capistrano chiuse fino al 13 marzo e la vicina San Nicola Da Crissa, dove vi è un progressivo aumento di soggetti positivi ai tamponi antigenici.

Nicotera mantiene chiuso il Liceo Classico “B. Vinci” fino a sabato 13 marzo, in via precauzionale, nonostante tutti i tamponi fatti ad alunni, docenti e collaboratori siano risultati negativi, a seguito del caso della docente.

Il Comune di Ricadi riaprirà le scuole da domani, 11 marzo.

I comuni invece che hanno seguito l’ordinanza del Tar, vedranno le scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie aperte

insieme agli istituti superiori nel quale è ammesso solo il 50% degli studenti in presenza o in caso, con la didattica integrata.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.