Calabria, il nuovo “Street Cocktail” da gustare al cucchiaio – omaggio alla storica Scirubetta che si evolve in ottica Mixology

Calabria, il nuovo “Street Cocktail” da gustare al cucchiaio – omaggio alla storica Scirubetta che si evolve in ottica Mixology

Degustata sul Lungomare di Gioia Tauro, Tropea e Siderno viene servito fino a domenica 7 agosto

TROPEA – Anche sul lungomare del Borgo dei Borghi, viene degustata la storica bevanda rinfrescante, un vero e proprio trend dell’estate calabrese, ossia, la tradizionale “scirubetta” che si evolve e conquista l’intera Regione con un innovativo cocktail che si gusta al cucchiaio.

Lo “street cocktail” in questi giorni sta avendo grande successo tra le centinaia di locali e turisti che lo stanno degustando sul lungomare di Gioia Tauro, Tropea e Siderno: un caratteristico carretto in tour per tutta la Penisola sta servendo la nuova ricetta dell’estate che sta conquistando la Calabria e l’intera Italia.

La scirubetta ha radici talmente antiche che risalgono addirittura alla Magna Graecia.

L’origine del nome della bevanda tutta calabrese, però, deriva dall’arabo “sharbat” o “sherbet” con il significato di sorbetto o bevanda.

Nella tradizione popolare, la scirubetta veniva realizzata con la neve raccolta dall’altopiano della Sila o dell’Aspromonte, e porzionata direttamente in bicchieri oppure in ciotole di creta.

Veniva utilizzata solo ed esclusivamente la neve più pura che nei tempi antichi poteva essere arricchita con miele di fichi oppure con del mosto cotto.

Con il passare degli anni, la bevanda ha subito alcune varianti, infatti, non mancano ricette creative che prevedono l’utilizzo di succo di agrumi, caffè o liquori.

A livello terminologico, nel dialetto calabrese il nome più diffuso è sicuramente scirubetta, ma ci sono numerose varianti territoriali: da “scirubbetta” a “scilubetta”, “scirupet”, “scilibretta”, “sciurbetta”, “scilibetta” e così via.

Al di là dei nomi e della storia, è proprio in terra calabra che la scirubetta stessa diviene trend dell’estate grazie alla realizzazione di un innovativo “street cocktail al cucchiaio” servito sul lungomare di Gioia Tauro, Tropea e Siderno fino a domenica 7 agosto.

La creativa ricetta prevede, come da tradizione, l’utilizzo di ghiaccio tritato arricchito da circa 3 ml di Hendrick’s gin e 6 ml di sciroppo a disposizione in tre varianti, ovvero limone, cetriolo e rosa.

A livello di preparazione, inoltre, è importante mettere in risalto il fatto che il ghiaccio viene tritato grossolanamente e lasciato riposare per un breve lasso di tempo.

Altro punto da ricordare: la scirubetta va consumata in fretta perché, se si scioglie, perde tutta la sua unicità.

Vittoria Saccà

Vittoria Saccà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.