BigMat Flexy: la piattaforma per gestire in pochi passi la cessione del credito

BigMat Flexy: la piattaforma per gestire in pochi passi la cessione del credito

Una piattaforma per gestire meglio l’iter delle agevolazioni

È stata da poco sviluppata (e messa a disposizione della Edil Solai) il nuovo gioiellino di casa ‘‘BigMat’’ che porta il nome di Flexy.

Flessibilità è la parola chiave. Decine di bonus a disposizione delle imprese e del privato che ancora lo 0,1% ha messo a punto.

La BigMat Edil Solai, dell’amministratore Pietro Giuliano, si dimostra sempre al passo con i tempi e pronta a servire privati e professionisti a 360°.

Questa nuova piattaforma riesce a gestire qualsiasi agevolazione presente sul mercato (anche il 110%) con una semplicità disarmante.

Centinaia di fogli e documenti da presentare semplificati in modo tale da poter completare il tutto in pochi semplici passi.

Un team di esperti messi in campo dalla rinomata Edil Solai attua il processo di raccolta documentale e gestione software della macchina mixata ad una elevata competenza tecnica fanno sì che chiunque può usufruire dell’agevolazione e ritrovarsi quanto spetta sul proprio conto corrente.

Ma chi può usufruire dell’ecobonus 2021?

Possono usufruire delle detrazioni Ecobonus al 65% o al 50% tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito sulle persone fisiche (IRPEF), residenti o non residenti, nel territorio dello Stato, su prima e seconda casa ed anche i titolari di reddito di impresa.

L’Ecobonus indica le detrazioni fiscali concesse ai fini IRPEF in relazione agli interventi edili ed impiantistici che hanno l’obiettivo di ridurre i consumi energetici all’interno di edifici esistenti.

L’obiettivo del Governo con l’introduzione di questi bonus è quello di:

  • Incentivare il settore dell’edilizia in Italia e tutto il suo indotto;
  • Superare l’utilizzo di combustibili fossili a vantaggio di fonti energetiche rinnovabili.

Sostanzialmente, a seconda della tipologia di intervento di riqualificazione effettuato dal contribuente questi ha la possibilità di ricevere indietro una percentuale della spesa.

Si tratta del 50%, del 65% o del 110% di quanto sostenuto.

Le detrazioni del 50% e del 65% si possono ottenere a seconda della tipologia di intervento effettuato, mentre la detrazione del 110% (la più conveniente, ma anche la più complicata da ottenere) è legata ad un’ulteriore forma di bonus ottenibile (legata all’effettuazione di interventi definiti “trainanti” ovvero cappotto termico, Impianto di riscaldamento in condominio o in proprietà esclusiva).

Su tutte le tipologie di bonus, con modalità ed adempimenti diversi, è possibile optare per lo sconto in fattura, la cessione del credito o l’utilizzo della detrazione in dichiarazione dei redditi.

I massimali di spesa per il risparmio energetico sono variabili, in base alla tipologia di intervento e possiamo anche dire che le spese vengono restituite in 10 anni (in genere) ma grazie a questa iniziativa di BigMat il committente potrà risparmiare immediatamente.

di VINCENZO PAPA

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.