Atto intimidatorio al sindaco di Tropea

L’auto distrutta da una bomba nella notte. Le reazioni di politica e società all’atto intimidatorio.

RodolicoIl primo cittadino di Tropea Giuseppe Rodolico è stato oggetto di un grave e vile gesto intimidatorio. A Pino Rodolico va innanzitutto la solidarietà da parte delle nostre testate (Leggi Solidarietà al primo cittadino).

La sua autovettura, un’Audi A4 station wagon scura, che il sindaco della cittadina tirrenica è solito parcheggiare in strada nei pressi della propria abitazione, è stata distrutta da un ordigno durante la notte (Leggi Bomba distrugge l’auto del sindaco di Tropea Rodolico).

Rodolico ha commentato a caldo l’evento, spiegando che a suo avviso il gesto sia riconducibile alla sua attività di sindaco e non alla sfera lavorativa, ma ha spiegato a chiare lettere che lui e la sua squadra continueranno ad andare avanti (Leggi Rodolico: «Continueremo a operare per il bene della città»).

E mentre per la stampa nazionale l’atto intimidatorio avrebbe già delle matrici ben precise, la maggioranza si è stretta attorno al proprio sindaco, chiedendo di fare altrettanto a tutte le forze politiche, il mondo del lavoro, le scuole, le associazioni, i giovani e tutta la società civile sana (Leggi La maggioranza si stringe attorno a Rodolico).

Anche il presidente del Consiglio comunale Sandro D’Agostino ha reagito a questo attentato, sostenendo con forza che «Chi ha compiuto la vile azione deve sapere che c’è una sensazione che non abbiamo provato: la paura; questa, sia chiaro, non ci appartiene»(Leggi D’Agostino: «Offesa portata a tutta la città»).

Solidarietà bipartisan è giunta anche dal presidente della Regione Calabria Mario Oliverio (Vedi Oliverio ha telefonato a Rodolico), dal presidente del Consiglio Regionale Antonio Scalzo (Leggi Anche dal presidente Scalzo un messaggio per Rodolico), dall’onorevole Luigi Lacquaniti (Leggi Lacquaniti: «Con la collaborazione si sconfigge la criminalità») dal segretario provinciale del Partito Michele Mirabello (Leggi Michele Mirabello esprime solidarietà a Pino Rodolico) e dalla Federazione del partito (Leggi La Federazione provinciale del PD: «siamo accanto all’amministrazione»), dal consigliere regionale di centrodestra Giuseppe Mangialavori (Leggi Mangialavori condanna il gesto intimidatorio di Tropea), dal sindaco di Gerocarne Vitaliano Papillo, tra i primi a commentare l’attentato (Leggi Il sindaco di Gerocarne Vitaliano Papillo è vicino a Rodolico).

Durante la serata, sono arrivati poi i commenti e le testimonianze di vicinanza di Cgil Cisl e Uil (Leggi I sindacati con Rodolico), la parlamentare Dalila Nesci del M5S (Leggi Nesci: «Oggi sicurezza indispensabile per serenità dei cittadini»), Alessandro Porco del Pd di Aprigliano (Leggi Da Aprigliano solidarietà a Rodolico), Ernesto Magorno del Pd (Leggi Magorno: «Una terra stanca che ha voglia di riscatto»), il deputato Bruno Censore del Pd (Leggi Censore: «Amministratori hanno diritto a vivere sereni»), il consigliere regionale Vincenzo Pasqua del Pd (Leggi Pasqua: «Segnale che lo Stato non può sottovalutare»), il consigliere regionale Nazzareno Salerno (Leggi Salerno: «Tutti dalla parte della giustizia»), Gianni Speranza sindaco di Lamezia (Leggi Speranza: «Occorre reagire alle intimidazioni»), il presidente della provincia di Vibo Andrea Niglia (Leggi Niglia: «Risposte celeri e concrete»), gli onorevoli del M5S Barbanti e Molinari (Leggi Molinari e Barbanti: «Solidarietà d’obbligo dal M5S»), il presidente Anc Piero Fassino (Leggi Piero Fassino: «Vicinanza come sindaco e presidente Anc»), la deputata Enza Bruno Bossio (Leggi  Enza Bruno Bossio: «Atto che non va sottovalutato»).

Oggi, sono continuati gli attestati di solidarietà, sia dalla società civile, con la presidente Avis Caterina Forelli (Leggi Forelli: «L’Avis condanna questo gesto violento»), che dal sindaco di Parghelia Maria Luisa Brosio (Leggi Brosio: «Ferite nell’animo, ma bisogna reagire»)

Francesco Barritta

Francesco Barritta

Direttore responsabile del periodico Informa e del sito collegato, è stato collaboratore delle testate "Calabria Ora" dal 2007 al 2010 e "Gazzetta del Sud" dal 2010 al 2012. Ha inoltre diretto il mensile "Tropeaedintorni.it" dal 2010 al 2014, i periodici "TropeaInforma" e "DrapiaInforma" e ha scritto articoli per varie testate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.