Asp e prefetto insieme per nuove assunzioni

Asp_VVLa Direzione Generale dell’ASP di Vibo Valentia le ha davvero tentate tutte.
Innumerevoli volte ha evidenziato con note circostanziate alla Regione Calabria ed a tutti gli organismi competenti la grave carenza di personale, sanitario e non, che rende estremamente difficile garantire talune prestazioni ospedaliere essenziali.
Con il sostegno della politica locale assieme ad una rappresentanza di sindaci della Provincia vi è stato anche un incontro presso il Ministero della Salute, ma nulla è cambiato.
I reparti in sofferenza continuano a pressare invocando o la chiusura o l’assunzione di personale. Per scongiurare la chiusura è stato fatto tutto e di più ma alle richieste di assunzione non ha fatto seguito alcuna risposta concreta. Intanto l’emergenza aumenta in un periodo in cui molto personale non può godere delle ferie e la richiesta di salute aumenta con la presenza di migliaia di turisti e non vi è più modo di farvi fronte se si vuole scongiurare la chiusura dei reparti e lavorare in sicurezza. E allora l’ASP, ancora una volta, si rivolge al Prefetto, che sempre pronto ad accogliere istanze e sensibile a ciò che accade nel territorio fa un gesto forte. Il Prefetto scrive al Ministero della Salute, ai Sub commissari del Piano di rientro, al Dipartimento Tutela della Salute e al Presidente della Regione Calabria, per sollecitare un intervento risolutore sulle problematiche legate al blocco del turnover del personale, che di fatto impedisce la possibilità di procedere con nuove assunzioni in sostituzione dei numerosi operatori sanitari che sono andati in pensione in questi anni. Viene anche interessata per conoscenza la Procura della Repubblica.
E cosi il Direttore Generale, forte del sostegno e della vicinanza di SE il Prefetto a cui va vivo apprezzamento e sentito ringraziamento, riscrive ancora una volta a tutte le autorità coinvolte invocando lo sblocco del turnover e manda la nota per conoscenza alle Organizzazioni Sindacali, ed a tutti i sindaci dei Comuni della provincia.
Un appello affinché in sinergia tutte le forze sociali e le istituzioni sul territorio sostengano assieme all’Asp la inderogabilità delle assunzioni al fine di scongiurare la chiusura di reparti.
La carenza di personale (anestesisti, medici di Pronto Soccorso, Radiologi, Ortopedici, Infermieri ed O.S.S.) in alcuni settori nevralgici del P.O. di Vibo Valentia, ha creato situazioni di vera e propria emergenza sanitaria determinando gravi ed oggettive difficoltà nel garantire i livelli essenziali di assistenza ai cittadini e la sicurezza delle attività.
Nella nota viene altresì, sottolineato che la situazione è resa ancora più grave, in quanto l’unica struttura ospedaliera privata accredita presente sul territorio provinciale (Villa dei Gerani) dal mese di luglio u.s. non può più erogare prestazioni a carico del Servizio Sanitario Nazionale, avendo esaurito il budget economico disponibile.
Consapevole che la drammaticità della situazione richiede un’attenzione e uno sforzo sinergico da parte di tutti i rappresentanti istituzionali e delle forze sociali e sindacali a cui la nota è stata inviata per conoscenza, il Management aziendale auspica che il problema possa trovare una immediata soluzione per scongiurare la chiusura dei reparti.

Nicola Grillo

Nicola Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.