Arpacal: acque non conformi in località “Malfarà” a Pizzo

Arpacal: acque non conformi in località “Malfarà” a Pizzo

A seguito delle ultime analisi, effettuate nella giornata di ieri, il Dipartimento provinciale di Vibo Valentia ha rilevato la non conformità delle acque

Il Dipartimento provinciale di Vibo Valentia dopo aver effettuato le analisi delle acque destinate alla balneazione relative al campione eseguito presso il tratto di costa denominato “Lido Malfarà”, ha informato il Comune di Pizzo Calabro (VV), la Regione Calabria ed il Ministero della Salute, poiché l’esito ha rilevato la non conformità ai parametri rispetto alla tabella di riferimento.

Infatti, come prevede la normativa, ora spetta al Comune di Pizzo, comunicare all’Agenzia le misure di gestione intraprese, come l’individuazione delle cause di inquinamento, i programmi d’intervento, la rimozione delle cause, nonché le relative ordinanze sindacali di divieto alla balneazione per i tratti indicati.

L’Arpacal precisa inoltre che “la denominazione dei punti della campagna di balneazione, a volte individuati con nome di località o stabilimenti balneari/alberghieri, non è frutto di una scelta discrezionale Arpacal ma la codificazione dei punti per come stabiliti da Regione e Ministero della Salute”.

Redazione Informa

Redazione Informa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.