Apiario olistico “I Giardini di Aristeo”

Apiario olistico “I Giardini di Aristeo”

Un progetto originale per promuovere e far conoscere il mondo delle api e tutti i suoi salutari benefici

Ogni ape porta con sé il meccanismo dell’universo, ognuna riassume il segreto del mondo” affermava il filosofo e saggista francese Michel Onfray.

Un principio, questo, che identifica l’originale idea della giovane imprenditrice Francesca Rombolà, titolare dell’apiario olistico “I Giardini di Aristeo”.

Inaugurato ufficialmente il 23 aprile scorso e realizzato grazie ad un bando del “Gal – Terre Vibonesi”, l’apiario è ubicato in Contrada Spaccio a Brattirò di Drapia, proprio sulle colline che sovrastano Tropea, ma è al momento anche il primo ad essere attivo in Calabria e il secondo nato nel Sud Italia.

Francesca Rombolà

In particolare, l’azienda agricola che porta il nome di Francesca, nasce ufficialmente nel 2018, quando il suocero affidò a lei il suo apiario.

Qualche anno dopo, nel 2020 e nel periodo del lockdown, Francesca inizia a concepire e a sviluppare il suo progetto.

Il nome “I Giardini di Aristeo”, in particolare, si ispira al mito della Bugonia, nonché alla favola di “Aristeo e le Api” che è posta al termine delle Georgiche e che narra la vicenda dell’apicoltore Aristeo, il cui sciame di api si era estinto all’improvviso.

Il progetto è stato sviluppato attraverso un “modus operandi” che, innanzitutto, si propone di far conoscere le api e la loro importanza, basandosi anche sull’obiettivo di conoscerle per proteggerle e, allo stesso tempo, di promuovere tutti i benefici che esse donano all’uomo.

Gli alveari sono collegati alla struttura grazie a delle apposite finestrelle che sono protette da reti.

L’apiario, inoltre, è stato costruito con materiali del tutto naturali, al fine di non rilasciare composti chimici volatili.

In tal senso, ogni visitatore può godere dei benefici delle api e ammirarle da vicino tramite un vetro.

L’apiario olistico, tra l’altro, garantisce anche la possibilità di poter vivere un’esperienza multisensoriale, rilassante e salutare.

Un percorso, il seguente, che si chiama “beehumming” e che consiste nell’ascoltare il ronzio delle api.

In tal senso, il suono delle api ha una frequenza di 432 Hz, la stessa frequenza che emana il mare o le foglie mosse dal vento.

Questa attività fa scaturire nel cervello umano una serie di segnali biologici che stimolano i marcatori somatici e che regalano delle sensazioni di rilassamento e di benessere.

Tra le attività previste dall’apiario è inserita poi l’api-aromaterapia che permette di beneficiare dei profumi dell’alveare, caratterizzati dal contenere preziosi oli essenziali che sono presenti nella propoli, nella cera d’api e nel miele, ma anche in composti terpenici, resine ed altre sostanze volatili che offrono all’alveare il suo tipico odore.

Queste sostanze inspirate possono svolgere un’azione benefica su tutto l’apparato respiratorio.

Per conoscere i pacchetti offerti ai visitatori dell’apiario e per altre info, si può consultare la pagina Facebook “I Giardini di Aristeo”, @igiardinidiaristeo su Instagram, il sito web: www.igiardinidiaristeo.it oppure il numero di cellulare 346 5090221.

Esprimendo entusiasmo per questo innovativo progetto, la titolare Francesca Rombolà afferma: «Voglio ringraziare il Gal Terre Vibonesi e la Regione Calabria perché grazie a loro ho potuto realizzare questo sogno in termini economici, grazie alla mia docente e tutor nel periodo di formazione del Diploma di Apiterapista, la Dottoressa Laura Cavalli, grazie al mio caro suocero che ha messo tanto lavoro, alla mia famiglia che mi ha sostenuta psicologicamente, grazie a tutte le persone che hanno creduto in me, ai miei figli che mi hanno sopportata e, in particolare, grazie a mio marito che mi ha stimolata nel credere con perseveranza a questo progetto».

Pasquale Scordamaglia

Pasquale Scordamaglia

Giovane diplomato "Tecnico della gestione aziendale". Attivo nel campo dell'associazionismo e del volontariato. Socio fondatore dell'Associazione "Generazione Speranza".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.