Anche la guardia medica di Ricadi chiusa per carenza di personale

Anche la guardia medica di Ricadi chiusa per carenza di personale

L’indignazione dell’opposizione “Uniti per Ricadi”

RICADI – Chiusa per carenza di medici la guardia medica del centro costiero.

Nel periodo più impegnativo dell’anno, con circa 70mila presenze a settimana, viene a mancare l’assistenza sanitaria di base nel territorio a più alta vocazione turistica della provincia di Vibo Valentia.

“Chiediamo l’immediato intervento del sindaco – esorta con piglio battagliero Pasquale Mobrici, che guida le file dell’opposizione “Uniti per Ricadi” – della conferenza dei sindaci e del management dell’Asp di Vibo Valentia, affinché la guardia medica di Ricadi venga riaperta già da domani”.

Garantire la medicina di prossimità e attrezzare i territori con strutture in grado di dare una prima risposta alle richieste dei cittadini, sono due necessità vitali per una società civile.

“Ho fatto un appello – dichiara ancora Mobrici – per sollecitarne la riapertura.

Ho verificato chiamando la guardia medica, e nn risponde nessuno e poi il 118, e mi hanno detto di chiamare Briatico o Drapia.

È chiaramente una situazione insostenibile, bisogna fare qualcosa subito ripristinando questo servizio essenziale”.

Guardia medica Ricadi

La carenza di medici, ha indotto l’Asp a sancire la chiusura di diversi presidi di guardia medica e la gravità della situazione viene evidenziata in un periodo di forte afflusso turistico, e col permanere dell’emergenza Covid, in cui si sta determinando un grave rischio sia per i pazienti sia per i pochi medici in servizio.

Ilaria Giuliano

Ilaria Giuliano

Laureata in scienze giuridiche presso l'università di Pisa, è giornalista pubblicista per il Quotidiano del Sud e collabora con Informa dalla sua fondazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.