Risultati positivi alla mezza maratona di Messina per l’Atletica San Costantino Calabro

Anno nuovo, corse nuove, e se chi ben comincia è a metà dell’ opera possiamo quindi dire che il buon inizio dell’ Atletica San Costantino Calabro fa presagire che la stagione appena iniziata sarà ricca di belle prestazioni e di eccellenti soddisfazioni. La undicesima edizione della Maratona “Antonello da Messina” , evento podistico di carattere internazionale organizzato dalla Polisportiva Odysseus, si è svolta domenica 13, alle ore 9, con partenza ed arrivo a piazza Unione Europea. Anche quest’ anno nel programma della manifestazione sono inserite la maratona da 42,195 km, la mezza, nona edizione “Eufemio da Messina”, da 21,097 km, la settima Shakespeare Run di 9,550 km e il Fitwalking, camminata non agonistica di 9,550 km. Inizia con questo evento la stagione sportiva dell’ Atletica San Costantino Calabro, guidata da Raffaele Mancuso, presente ai nastri di partenza della mezza maratona di 21 km, con gli atleti Italo Lococo 1,35.42; Giovanni Cozza 2,02.04; Giuseppe Mazzitello 1,35.31. Prestazioni esaltanti che vanno ad aggiungersi alle tante finora fatte. L’inizio della nuova stagione coincide anche con il debutto di tutto rispetto per i due nuovi atleti Pasquale Rubino 1,54,14 e Gianfranco Preiti 1,36.40 che chiudono la gara con tempi ragguardevoli dimostrando di voler far bene e migliorarsi nei vari appuntamenti del ricco calendario sportivo.
Un evento questo di Messina che registra una grande sintonia tra gli atleti di San Costantino Calabro che oltre all’aspetto agonistico hanno dato prova di quanto importante sia l’aspetto umano che prescinde da ogni individualismo, protagonisti di un gesto bellissimo e genuino che ha colpito molto gli interessati e che la dice lunga sui valori che sono alla base di sport dilettantistici come il podismo. Se non diventa cultura condivisa, lo sport rimane mero strumento di esibizionismo e di narcisismo, fatto più per aderire ad una moda che non per crescere come persone educate al benessere e alla convivenza civile. Il grande Pietro Mennea: «Lo sport insegna che per la vittoria non basta il talento, ci vuole il lavoro e il sacrificio quotidiano. Nello sport come nella vita».
Un avvio soddisfacente per l’ Atletica San Costantino Calabro, un gruppo che nonostante le esigue risorse dimostra in ogni occasione grande dignità, composto da persone che spinti dalla passione per la corsa condividono insieme momenti di sana aggregazione. La grande famiglia cresce, e diamo il benvenuto ai nuovi atleti Pasquale Rubino e Gianfranco Preiti , grandi persone e valorosi atleti d’accordo con quelli che sono i principi e la filosofia del gruppo, promozione e condivisione dello sport in ambiente naturale.
La condivisione esalta la passione
Sano Entusiasmo e passione saranno all´ordine del giorno e certamente non mancheranno le soddisfazioni!

Ma come testimonia il successo per la corsa, praticare sport all’aria aperta significa rinnovare il legame con il nostro territorio, con i luoghi in cui viviamo e con l’ambiente che ci circonda, significa aderire ad uno stile di vita sano ed equilibrato.

Autore dell'articolo: Raffaele Mancuso

Raffaele Mancuso
Membro delle forze dell'ordine nella Polizia di Stato, è fondatore e attuale presidente dell'associazione sportiva dilettantistica Atletica San Costantino calabro. Ha scritto articoli di vario genere per siti internet. Si occupa di sport, tradizioni ed eventi locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.