Dall’Università di Valladolid a Conidoni per vedere il Codice Romano Carratelli

Il Codice Romano Carratelli continua ad attirare l’attenzione di studiosi provenienti da tutto il mondo. Questa volta, a studiare il prezioso volume, è stato il professore José Luis Alonso Ponga, professore ordinario di Antropologia Sociale presso l’Università di Valladolid, in Spagna.
Ad accogliere il docente spagnolo è stato il collega antropologo Luigi Maria Lombardi Satriani, che lo ha accompagnato a Conidoni, dove ad attenderli c’era il Codice. Il professor Ponga è direttore della Cattedra di Studi sulle Tradizioni del Centro di Antropologia Applicata del proprio ateneo dal 1993, mentre dal 2009 è anche direttore del Centro internazionale di Studi delle Religioni popolari “La Semana Santa”.
Autore di numerose pubblicazioni sulle linee di investigazione vertenti sul patrimonio culturale e sullo sviluppo rurale, la religiosità popolare, il multiculturalismo e la transculturalità, Ponga ha partecipato alla progettazione di importanti realtà museali ed è stato conferenziere in numerosi cicli in cui ha potuto divulgare le proprie ricerche.
Da oggi, grazie alla fruttuosa recente visita in Calabria, avrà modo di occuparsi anche dell’affascinante e prezioso libro custodito dal bibliofilo tropeano Domenico Romano Carratelli.

Autore dell'articolo: Francesco Barritta

Direttore responsabile del periodico Informa e del sito collegato, è stato collaboratore delle testate "Calabria Ora" dal 2007 al 2010 e "Gazzetta del Sud" dal 2010 al 2012. Ha inoltre diretto il mensile "Tropeaedintorni.it" dal 2010 al 2014, i periodici "TropeaInforma" e "DrapiaInforma" e ha scritto articoli per varie testate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.