“A calata da Madonna o Carminu”

statua della madonna del Carmelo di cariaPreludio dei festeggiamenti di luglio la processione, comunemente definita “a calata da Madonna o Carminu”, che conduce il simulacro della Vergine dalla sua chiesetta d’origine ad inizio paese alla chiesa parrocchiale della Trasfigurazione. L’appuntamento è per domani sera alle ore 19.00, quando in corteo la statua viene trasportata a spalla dai fedeli, percorrendo le vie del paese e raggiungendo poi  il luogo di culto per la celebrazione della santa messa. Grande importanza viene attribuita a tale ricorrenza dalle persone anziane. Vi si accosta, infatti, l’immagine di una madre che va incontro ai suoi figli, quale il simulacro della Madonna del Carmelo verso i fedeli. Così, ancora una volta dalla dolce collina, Maria scenderà tra la sua gente, tra la sua comunità per ascoltare preghiere, asciugare lacrime, raccogliere gioie e dolore di un intero popolo a lei devoto.  Fervono nel frattempo i preparativi per la festa patronale culminante nei giorni 14,15 e 16 luglio, il cui aspetto centrale è il culto religioso affiancato, nel solco della tradizione popolare, dal contorno della festa civile curata diligentemente da un apposito comitato rinnovato di anno in anno. Dell’edizione 2016 fanno parte: don Antonio Gennaro, Tonino Bagnato, Rocco Pietropaolo, Emanuela Contartese, Gennaro Sposaro, Francesco Pugliese, Maria Calello, Gaetano Pugliese, Antonietta Furchì, Pasquale Locane, Rossella Rombolà. Nelle prossime settimane sarà stilato il programma che scandisce ogni appuntamento civile e religioso. Al momento è stato reso noto il concerto del 15 luglio degli “Officina Kalabra”, gruppo musicale del territorio, e  del 16 luglio  della nota cantante Bianca Atzei.  Fede e tradizione, dunque,  per un corale omaggio a Colei che si è sempre mostrata benevola versa questa “amena collina” e su cui ha voluto distendere il suo manto protettivo.

Autore dell'articolo: Annalisa Fusca

Annalisa Fusca
Collaboratrice per varie testate giornalistiche locali e regionali, come Tropeaedintorni.it, Cronache Aramonesi, Penta e Il Quotidiano del Sud. Oggi è direttrice di DrapiaInforma.it.