Cultura, Maria Lombardo presenta la sua opera.

SOTTO IL SGNO DEI BORBONI FRONTE
Copertina del libro.

L’assessorato alla Cultura del Comune di Drapia ha il piacere di informare ed invitare i cittadini alla presentazione del libro “Sotto il segno dei Borbone – Storia del grande Regno delle Due Sicilie” (Bonfirraro Editore, 2014) che si terrà il 27 febbraio alle ore 17,30 presso la sala consiliare. Interverranno dopo i saluti del sindaco Antonio Vita e l’assessore alla cultura Nancy Riso, l’architetto Domenico Pirrottina e l’autrice del libro Maria Lombardo. L’iniziativa per raccontare la storia del Regno delle Due Sicilie, da un nuovo punto di “rivisitazione della storia meridionale, tanto per far comprendere al resto d’Italia che, soprattutto la nostra regione non era la terra di nessuno e tanto meno gravata di una arretratezza abissale”.

L’invito è rivolto a tutta la popolazione.

Descrizione:

Nel 1816 viene ripristinato l’ordine in Europa dopo la sconfitta di Napoleone. Sul trono del Regno di Napoli e Sicilia siede nuovamente l’antico Re Borbone Ferdinando IV, che viene incoronato re delle Due Sicilie unendo le due corone col nome di Ferdinando I. Viene raccontato in questo lavoro la storia di un Regno che non trova collocazione storica nei tradizionali manuali di storia. Un Regno governato da Sovrani che a volte non furono dei grandi statisti ma che con la figura di Ferdinando II riuscirono a concedere a queste terre un lume di progresso. Si nota, fra le pagine del libro, uno spaccato piacevolissimo di Napoli, la grande e disinibita capitale europea, per la vivacissima arte e per la cultura del Regno, nonché per la sanità di cui si parla ampiamente. L’avvento del ciclone rosso (Garibaldi) smantellò queste realtà a seguito di sotterfugi e losche coalizioni per poi portare l’ex Regno, dal 1861 al 1871, in una situazione devastante o “brigante o migrante”.

Note sull’autrice:

Maria Lombardo, nata a Vibo Valentia il 16 gennaio del 1978, vive ed opera a Nicotera nell’ambito della Rivalutazione del Territorio. Laureata all’Università degli studi di Messina col massimo dei voti nel 2009, con una tesi in Storia Moderna dal titolo Regno di Napoli e la Calabria nel 700: Nicotera nel 700, relatore Prof. Giuseppe Cariddi.

Nel 2009 entra a far parte dell’Associazione Culturale Comitati Due Sicilie e, nello stesso anno, dal presidente Fiore Marro viene nominata Consigliere della Commissione Cultura, carica che riveste ancora oggi. Nel 2009 inizia a scrivere per calabresi.net e collabora con Due Sicilie Oggi.
Come storica si occupa di Storiografia Borbonica e viene spesso invitata, come relatrice, a convegni e tavole rotonde.

Autore dell'articolo: Annarita Castellani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.