Auguri ad Angelina Sergi!

Il 1914 è l’anno in cui scoppia il primo conflitto della storia dell’umanità che, per il numero di nazioni coinvolte, passerà alla storia come “Prima guerra mondiale”. In Europa, a livello politico ed economico, esistevano già da tempo molte frizioni tra gli stati, e quello che successe nel giro di pochi giorni tra i mesi di giugno e agosto non consentì alla diplomazia internazionale di evitare una guerra che, tra l’altro, faceva gola a molti, per motivi di varia natura (economici innanzitutto, politici, territoriali, etnici…).
Il 28 giugno di quell’anno, durante le solenni celebrazioni per la festa nazionale in Serbia, l’arciduca Francesco Ferdinando d’Asburgo-Este erede al trono d’Austria-Ungheria, recatosi a Sarajevo in visita ufficiale, venne assassinato assieme alla moglie dal nazionalista diciannovenne serbo Gavrilo Princip.
L’8 luglio, a distanza di una decina di giorni, a Vienna cominciarono a lavorare ad una bozza di ultimatum da spedire alla Serbia. L’intento era quello di renderlo inaccettabile, proprio per poter giustificare uno scontro. Sull’uccisione dell’Arciduca intervenne, sempre l’8 luglio, il premier ungherese Tizsa, di fronte alla Camera dei deputati.
In Italia non ci si rendeva ancora conto dei possibili funesti sviluppi della crisi che si andava delineando nei Balcani. E dopo la morte del generale Pollio, a casa nostra si badava piuttosto a trovare un suo successore come nuovo Capo di Stato maggiore. “La Stampa” di mercoledì 8 luglio aveva come suo favorito per la nomina il generale Luigi Cadorna.
AngelinaSergiIn quel contesto storico, a Molochio, un piccolo paesino calabrese del reggino, nasceva la primogenita di casa Sergi, Angelina.
La giovane Angelina cresce in una bella famigliola, che pian piano si ingrandisce, regalandole altri 3 fratelli e 4 sorelle. Prima di otto figli, Angelina segue la famiglia quando, negli anni ’30, i Sergi si trasferiscono a Tropea, dove lei rimarrà fino alla seconda metà degli anni ’90.
È nella cittadina tirrenica che, purtroppo, Angelina sarà chiamata a sostituire sua madre, prematuramente scomparsa nel 1941, nella cura dei fratelli più piccoli.
«Lei è stata una guida per tutti noi» spiega Attilio Sergi, fratello minore di Angelina, «e adesso che di otto fratelli rimaniamo soltanto io, lei e la cara Immacolata, vorrei farle i miei auguri per aver compiuto 101 anni».
E noi siamo felici di poter testimoniare questo amore fraterno tra Attilio e Angelina che, dopo aver attraversato quasi tutto il ‘900, cresce ancora nutrendosi di questi piccoli e semplici gesti, carichi di affetto e dolcezza.
Auguri ad Angelina Sergi, quindi, da parte del nostro giornale e di tutti i cittadini di Tropea!

Autore dell'articolo: Francesco Barritta

Direttore responsabile del periodico Informa e del sito collegato, è stato collaboratore delle testate "Calabria Ora" dal 2007 al 2010 e "Gazzetta del Sud" dal 2010 al 2012. Ha inoltre diretto il mensile "Tropeaedintorni.it" dal 2010 al 2014, i periodici "TropeaInforma" e "DrapiaInforma" e ha scritto articoli per varie testate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.