Presentazione del libro «Homo stupidens»

libroCALZONAMentre è ancora in corso la Mostra fotografica curata da Pietro Scordamaglia dal titolo “Come eravamo” che ricorda la Parghelia daghi anni Venti fino aghi anni Sessanta con circa cento foto restaurate, l’impegno di questo Assessorato continua con un altro momento di impegno culturale che, sul finire di questa stagione estiva, vuol farci riflettere sulla vita e sul rapporto di ognuno di noi, con essa. “Homo Stupidens” della Meligrana editore è il libro di Piero Calzona, parghelioto residente a Genova che, in oltre 500 pagine, ripercorre il rapporto dell’uomo con la religione. L’autore vuole richiamare l’attenzione su un modo di guardare la terra disincantato “Se l’uomo guardasse la Terra con gli occhi affascinati e con animo buono, forse vivremmo in un mondo magico, costituito prevalentemente da sensazioni bellissime. Forse l’umanità avrebbe una dimensione diversa dove prevarrebbe di più l’amore, l’empatia, le emozioni, il senso dell’estetica, e forse anche un pizzico di buon senso…” dice Calzona nelle prime pagine di presentazione del libro. Lo stesso ricorda che nel mondo vi sono più di ventimila religioni e oltre trentamila confessioni che si definiscono cristiane. Un viaggio effettuato con l’ausilio della lettura di oltre cinquecento volumi, che riporta articoli e contributi anche di altri autori e che, dopo aver trattato dell’Homo Stupidens, parla dell’illusione delle religioni con riferimenti alla Bibbia e con le risposte da lui date dalle pagine del suo blog, ai tanti che hanno voluto confrontarsi con lui su problemi esistenziale e riguardanti la nostra vita.
La prefazione è di Telmo Pievani che, nel rapporto fra l’uomo e la divinità, richiama le parole di Dostoevskij “Con Dio tutto è permesso”, ricordando le innumerevoli stragi fatte in nome di “un qualche Dio”. Il libro sarà presentato da Antonio Bagnato, Michele De Luca e Luciano Meligrana, con saluti del Sindaco Maria Brosio e dell’Assessore alla Cultura Anna Sambiase. L’appuntamento è per il 23 agosto con inizio alle ore 18,30 nella Sala Consiliare. Un appuntamento da non perdere.

Autore dell'articolo: Anna Sambiase

Avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.