Due gravi incidenti in mare a Capo Vaticano. Due morti e alcuni feriti gravi

giornata-di-mare-mossoQuella odierna a Capo Vaticano è stata una giornata nera perché segnata  da due tragici incidenti verificatisi a causa del mare mosso. Il bilancio è di due morti e di alcuni feriti gravi.

Il primo incidente si è verificato sulla spiaggia di località “Tonicello” dove tre bambine sono state risucchiate dalle onde mentre erano sulla spiaggia. Sono accorsi a salvarle i genitori e i bagnini degli stabilimenti balneari vicini. Due bambine sono state tratte in salvo, mentre la terza è stata spinta dalle onde vicino ad una scogliera. Il padre, un carabiniere 45enne di Acqui Terme (Alessandria) si è precipitato in mare nel tentativo di raggiungere la propria figlia, ma è scomparso tra le onde. La bambina è stata salvata da uno dei bagnini, mentre il corpo esanime del padre è stato recuperato in seguito dagli uomini della Capitaneria di Porto.  Una delle bambine e il bagnino che l’ha soccorsa si trovano adesso ricoverati presso l’Ospedale di Tropea, mentre le altre due ragazzine sono state trasferite con l’elisoccorso presso l’Ospedale di Catanzaro.

Il secondo tragico evento è avvenuto in località “Fiorina” dove un gommone, con a bordo un uomo con moglie e figlia, si è scontrato con gli scogli. L’uomo è morto sul colpo, mentre le due donne sono state trasferite d’urgenza in gravi condizioni presso l’Ospedale di Catanzaro. Le donne sono state soccorse da due persone del luogo, Salvatore Lo Torto (19 anni – bagnino) e Giuseppe Pedazzo (46 anni), i quali a loro volta hanno riportato diverse ferite per fortuna non gravi.

Gli uomini della Capitaneria di Porto insieme ai Carabinieri della vicina stazione di Spilinga hanno subito avviato le indagini per determinare le cause dei due tragici eventi.

 

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
www.periodicoinforma.it - supplemento online al periodico bimestrale Informa (Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/18 del 20/02/2018 e ISSN 2420-8280). Contattaci scrivendo a redazione@periodicoinforma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.