L’associazione AVSI organizza una cena di beneficenza per i bambini disagiati dell’Ucraina

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

AVSI

COMUNICATO STAMPA

Locandina cena di beneficenza AVSIL’Avsi (Associazione Volontari per il Servizio Internazionale), con il suo responsabile provinciale Sergio Camporeale, anche quest’anno in collaborazione con  l’Istituto di Istruzione Superiore e l’Alberghiero di Tropea organizza una cena di beneficenza per la raccolta di fondi a favore della  “Casa Volante”, creata dal filosofo Filonenko, in Ucraina, che si occupa di accogliere bambini e ragazzi “non adottabili” e affetti da disabilità varia. La Fondazione AVSI è una organizzazione non governativa, ONLUS, nata nel 1972 e impegnata in progetti di cooperazione allo sviluppo in diversi settori: socio-educativo, sviluppo urbano, sanità, lavoro, agricoltura, sicurezza alimentare e acqua, energia e ambiente, emergenza umanitaria e migrazioni essa raggiunge oltre 4.000.000 di  beneficiari diretti,  37 paesi del mondo di Africa, America Latina e Caraibi, Est Europa, Medio Oriente, Asia.La sua missione è promuovere la dignità della persona, in Italia vi sono circa 1.000 volontari in Italia. Nel 2012, AVSI ha ricevuto contributi per un importo complessivo di circa 28 milioni di euro metà da donatori istituzionali e metà da privati. La raccolta complessiva da parte del sistema AVSI nel mondo ammonta a circa 40 milioni di euro.Tra i suoi principali donatori istituzionali figurano il Ministero degli Esteri Italiano, l’Unione Europea, USAID, la FAO, l’UNICEF, la Banca Mondiale. Nel corso della serata, allietata dalle note delle musiciste Chiara (violino) ed Elisa (pianoforte) Laureana, con la collaborazione dell’Associazione “Tropea Musica”, si terrà un interessante incontro con Rosalba Armando, volontaria AVSI che ha vissuto per 19 anni a Novosibirisk (Russia) e giunta  in Siberia, quando il muro di Berlino era caduto da poco e il sistema sovietico non si era sciolto del tutto, i carri armati vigilavano ancora le piazze e per comprare un chilo di pane occorrevano ore di coda al freddo.La stessa, in quelle condizioni, ha iniziato a  lavorare con gli orfani, con le ragazze madri, con i bambini dei villaggi sperduti della Siberia. Non si è lasciata intimorire dalle difficoltà, ha bussato a mille porte, ha costruito rapporti di fiducia, ha costruito case dove accogliere giovani madri che non sapevano dove andare, ha creato dal nulla una ONG, MAKSORA, partner di AVSI che collabora con le istituzioni locali ed è un punto di riferimento a Novosibirsk per le attività del non profit.Dall’incontro con lei e con le case di accoglienza in Siberia è nata l’associazione Emmaus a Kharkov, in Ucraina, che si prende cura di ragazzi disabili o rimasti orfani.
La cena sarà un’occasione per la raccolta di fondi a sostegno di un importante progetto umanitario, ma anche un’occasione di incontro con un mondo dove tutto viene fatto con gratuità e con carità cristiana. La cena si terràpresso l’Hotel Tropis (immediatamente nei pressi dell’uscita Tropea centro) sabato 15 marzo 2014 alle ore 19:00. Il costo  è di € 25,00 pro capite; la prevendita è presso il liceo Classico di Tropea.

Saverio Ciccarelli

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
www.periodicoinforma.it - supplemento online al periodico bimestrale Informa (Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/18 del 20/02/2018 e ISSN 2420-8280). Contattaci scrivendo a redazione@periodicoinforma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.