La Proloco pargheliese è già al lavoro per il 2020

Tempo di bilanci e programmazione per il nuovo anno alle porte

La presidente Anello è supportata da un dinamico direttivo

Le Proloco sono sicuramente fra gli enti più antichi che, a livello locale, si interessano della promozione e, indirettamente, dello sviluppo del territorio. Con poche risorse e grande spirito di abnegazione ed impegno, un gruppo di cittadini volontari, da sempre, nel silenzio, svolge un ruolo importante per tenere in vita tradizioni ed usanze che nella memoria potrebbero perdersi, oltre a costituire un posto di avanguardia per il turista che fa visita alle nostre città. Prima dell’avvento di internet, le Proloco erano anche il presidio che, per telefono, dava informazioni sulle strutture e sulle bellezze dei luoghi a chi voleva villeggiare da queste parti. Un ruolo fondamentale per far conoscere la nostra realtà, a cui, sempre, i presidenti hanno aderito con competenza e spirito di accoglienza.

In questo quadro si inserisce la Pro loco di Parghelia, oggi diretta dalla instancabile Cristina Anello che succede a Tommaso Belvedere, attualmente vice Sindaco nello stesso comune, che per anni, fra i vari impegni di volontariato, è stato anche “motore” della Proloco cittadina.

Cristina Anello è supportata da un altrettanto valido vicepresidente, uno dei principali animatori della vita socio-culturale di Parghelia: il maestro Franco Cuturello. Costoro, assieme agli altri componenti del direttivo: la segretaria Geraldyne Caracciolo e i consiglieri Maria Teresa Scordamaglia, Silvia Sukacova e Caterina Meligrana operano per la tutela del territorio e per la valorizzazione delle tradizioni e degli usi locali.

L’anno che volge al termine per la Proloco di Parghelia è stato particolarmente impegnativo per i festeggiamenti del Centenario dell’Incoronazione di Maria Santissima di Portosalvo. In questa occasione, fra gli impegni principali dell’ente, vi è stata la riscoperta del vestito tipico della donna “parghiliota’’: un abito delle donne dell’800, di pura seta, con fiocchi, fettucce e legacci, riportato in auge con una sfilata. Oltre che per la promozione turistica del territorio, la Proloco di Parghelia continua il suo lavoro tutto l’anno con la gestione di un centro diurno per anziani nella frazione di Fitili dove anche questo anno si svolgerà la tradizionale tombolata del 6 gennaio e poi il carnevale, attività ludiche dedicate ai più piccoli, tornei di carte e di calcio balilla per gli adulti. Il Natale porterà con sé anche gli zampognari, la tombolata ed il cinema per le famiglie, oltre alla partecipazione al calendario 2020 con le donne in costume, in collaborazione con la Proloco di Marcellinara.

Il lavoro continuerà anche l’anno prossimo e, per l’estate, sono previste iniziative con i giovani che porteranno alla scoperta di nuovi talenti, presentazione di libri di scrittori locali, la serata in paese del 20 agosto per valorizzare le tradizioni e gli usi locali. Per l’occasione saranno presenti artigiani e zampognari e saranno distribuite le “zeppole”.

Non mancheranno poi gli incontri con le altre proloco calabresi durante i viaggi organizzati per la conoscenza di altre realtà, il tutto in un clima di collaborazione sia con il Comune che con la Parrocchia e con tutte le organizzazioni presenti su Parghelia per la valorizzazioni delle locali bellezze.

Perché, come ci dice la stessa presidente: “Il nostro impegno per il 2020 mirerà sempre alla riscoperta delle tradizioni e degli usi del territorio e all’impegno sociale come aiuto verso le categorie più deboli”.

 

Autore dell'articolo: Saverio Ciccarelli

Saverio Ciccarelli
Saverio Ciccarelli, nato a Tropea nel 1962, di professione avvocato dal 1992,pretore onorario, giornalista pubblicista dal 1989. Difensore di fiducia di diversi enti pubblici. Fondatore e direttore dal 1994, del mensile La piazza di Tropea,corrispondente di Oggisud, de La Gazzetta del sud, ha scritto per Il quotidiano della Calabria e altre testate giornalistiche cartacee , direttore di testate radiofoniche locali. Autore e curatore di libri su Tropea e del saggio “Calabria positiva” . Fondatore del Premio di poesia “Tropea onde mediterranee”, cofondatore dell’Ascot , dell’Asalt, del GFT di Tropea, del Premio letterario Città di Tropea, collaboratore del Tropea film festiva nel ruolo di giurato. Ha operato nel settore del turismo per oltre trenta anni. Docente di un Corso sui beni culturali presso il Liceo classico di Tropea e di Diritto sanitario in un corso di OSS. Promotore e relatore di incontri sul turismo, sulla sanità,sull’unione dei comuni, sulla depurazione, sulle funzioni delle Pro loco, sui pericoli derivanti dalla rete , sul ruolo del giornalista, sulle cause di inquinamento , sulla raccolta differenziata, sui piani di rientro. Ha redatto proposte per la valorizzazione del patrimonio socio culturale della città di Tropea, il regolamento della Consulta delle associazioni , sulla partecipazione dei cittadini, e il disegno di legge sulla salvaguardia della rupe di Tropea. Attualmente è direttore responsabile di Informa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.