Le Cantastorie a Tropea

Promossa dal Tropea Blues Festival e l’associazione La Divina Tropea, la prima edizione sperimentale del festival delle cantastorie 

 Francesca Prestia e Farzaneh Joorabchi  Domenica 22 Settembre 2019, piazza Ercole ore 21.30

MEDITERRANEO MARE NOSTRUM con le cantastorie Francesca Prestia (Italia) e Farzaneh Joorabchi (Iran)
 è un’idea dell’artista Francesca Prestia, cantastorie che da oltre un decennio è testimonial delle tradizioni e della cultura popolare italiana e calabrese nel territorio nazionale ed internazionale (convegni, concerti, manifestazioni culturali, recitals, ecc.) e nei principali social-network (You Tube, Twitter, Instagram, Facebook, ecc.). Un’idea che coinvolge un’altra voce femminile appartenente alla storia dell’area del Mar Mediterraneo: l’artista iraniana Farzaneh Joorabchi.
 

Farzaneh Joorabchi è nata a Teheran, dove ha studiato con i maggiori maestri persiani, perfezionandosi con il musicista Alizadeh. Giunta in Italia si è laureata in architettura all’Università di Firenze. Insegna Setar presso il centro culturale Italia-Iran di Firenze. Ha partecipato a diverse rassegne musicali, fra le quali il festival “Musica dei Popoli” di Firenze, il festival Cusiano di musica antica del lago d’Orta, le rassegne “Rocca in musica” di Vignola, “Viator musica” di Bologna, “Musica per le stelle” di Rosignano, “Music festival” di Nevenburg, “World Music” di New York. Ha vinto il primo premio di “On the Road Festival” di Pelago. Si interessa alle contaminazioni musicali con altre culture e per questo ha formato il gruppo Khiyal (Musica indiana e musica persiana) e il gruppo Nakisa (fusione di musica classica e tecnica persiana). Interagisce anche con il gruppo Al Quantara, specializzato nella musica medievale siciliana.

Francesca Prestia
Insieme le due artiste, Francesca Prestia e Farzaneh Joorabchi, fanno un tributo alla storia delle loro terre, che nel corso dei secoli hanno interagito, si sono intersecate e contaminate a vicenda. Cantano e raccontano tutto ciò attraverso le storie di Nijat, di Melusina, della Regina di Bova e di tante altre donne calabresi, donne persiane e donne del Mediterraneo.
Le artiste utilizzando il canto e la musica, la tarantella e i ritmi persiani, le parole ed i racconti divulgano, attraverso i linguaggi artistici, ciò che è alla radice del popolo calabrese, italiano, iraniano e dei popoli dell’area del Mar Mediterraneo.
Lo spettacolo MEDITERRANEO MARE NOSTRUM , della durata di un’ora e mezza circa, è un percorso narrativo e musicale, con brani in lingua iraniana, ebraica, calabrogreca e arbereshe, pieno di energia e contenuti.
Lo spettacolo prevede l’accompagnamento dal vivo della chitarra classica, del violino, del flauto traverso, della chitarrina battente, del tamburello e delle percussioni popolari, del contrabbasso e della tromba.
Sul palcoscenico saranno presenti, oltre le cantastorie Francesca Prestia e Farzaneh Joorabchi, e cinque eccellenti musicisti.

Autore dell'articolo: Lucio Ruffa

Lucio Ruffa
Direttore responsabile della testata online di periodicoinforma.it ha il suo blog personale dedicato alla citta' di Tropea consultabile in rete all'indirizzo www.tropeaperamore.eu Per tre anni Assessore alla Cultura della propria citta' lo appassionano la musica classica che insegna ai ragazzi dell'IC di Tropea e la bellezza della vita. Svolge attivita' amatoriale di informazione sul territorio della Costa degli Dei per pura passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.