Sagra della nduja 2019 a Spilinga: appassionante e travolgente

La notte del “rosso-fuoco” non si smentisce

Una “liturgia” che si ripete da quarantaquattro anni animando l’estate del comprensorio

di Rosanna Pontoriero

SPILINGA – L’ 8 Agosto a Spilinga è un vero e proprio rito, nella sua più spiccata accezione antropologica e sociologica: momento di aggregazione e condivisione, accompagnato da uno spirito identitario, che caratterizza un’intera comunità nel pensiero e nell’azione. Intere generazioni cresciute secondo l’annuale liturgia: in una calda a tratti torrida giornata di Agosto, tra il profumo inebriante dell’eterna signora, “la nduja”, e l’odore di salsicce arrostite che aleggia per strade e vicoli.

Ha una natura poetica la sagra della nduja, come tutti gli eventi della cultura popolare, che serbano antichi retaggi, unitamente ad uno spirito modernista. Bambini che corrono dietro ai giganti, uomini e donne all’opera di buon mattino nella realizzazione degli stand, il mitico Corso Garibaldi che si riempie di persone, sino a diventare un brulicante teatro.

E anche quest’anno la “Rossa Signora” non si è smentita, attirando circa trenta cinquemila persone. L’organizzazione sotto la guida attenta del Commissario prefettizio Maria Rosa Luzza, in sintonia con gli uffici comunali è stata impeccabile. L’aspetto folkloristico è stato invece curato dal Consorzio, nella figura di Fiamingo Francesco; coadiuvato per la prima volta dai ragazzi dell’associazione Pro Spilinga. Che hanno realizzato e gestito lo stand principale. Si conclude con il botto la quarantaquattresima edizione, cala il sipario su Spilinga, la gente si è protratta fino a tarda ora, tutto torna alla normalità, in attesa di un nuovo capitolo da scrivere.

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
www.periodicoinforma.it - supplemento online al periodico bimestrale Informa (Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/18 del 20/02/2018 e ISSN 2420-8280). Contattaci scrivendo a redazione@periodicoinforma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.