Strada Provinciale 23 ancora chiusa al traffico

Le promesse del ministro Toninelli e dell’on. Riccardo Tucci del M5S cadute nel vuoto?

I lavori per la sua riapertura non sono ancora iniziati

Disagi infiniti per gli automobilisti, tre paesi quasi isolati, una delle arterie di collegamento piu’ importanti della Costa degli Dei e della Provincia bloccata al traffico da molti mesi.  

A poche settimane dall’inizio dell’Estate, dopo quasi due anni dalla sua chiusura, è questa in sintesi la situazione attuale della Strada Provinciale 23 detta anche “strada del mare” i cui lavori per il suo ripristino, la messa in sicurezza e la sua percorribilita’ non sono ancora iniziati malgrado le rassicuranti promesse fatte qualche mese fa dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli e malgrado l’intesa istituzionale tra Ministero, Regione e Provincia, firmata nel mese di Febbraio di quest’anno.

La strada interrotta e chiusa al traffico dal 7 novembre del 2017 nel tratto fra Joppolo e Coccorino a causa della caduta di un masso dal costone era e rimane chiusa.  

“Oggi sono lieto di poter finalmente dire ai cittadini di Joppolo, Nicotera e Ricadi che, attraverso il coinvolgimento di Anas, arriverà presto un aiuto concreto a Provincia e Regione per realizzare in tempi celeri tutte le attività necessarie al ripristino della viabilità esistente.”

Questa la dichiarazione del Ministro Toninelli, era il 20 Febbraio scorso, resa in quella occasione e amplificata successivamente, quasi a volerne rivendicare la paternita’ politica, dall’on. vibonese del M5S Riccardo Tucci. 

“Grazie alla sinergia tra ministero, Regione e Provincia oggi possiamo finalmente dire che il più è fatto. Con la convenzione che verrà sottoscritta a breve con l’Anas finalmente potranno partire le fasi di progettazione e poi dei lavori”.

Questo invece quanto dichiarato, sempre qualche mese fa dal nuovo presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano.

 Vogliamo brevemente ricordare che i riflettori sull’importanza di  questa  arteria stradale si erano accesi nell’aprile del 2018 a seguito di una lunga battaglia da parte di un comitato spontaneo di cittadini  capeggiato da Giovanni Capua e Carmelo Preiti che, a quanto pare e stando alla situazione attuale, dovranno insieme a migliaia di utenti e di cittadini, aspettare chissa’ ancora quanto tempo per iniziare a sperare che un giorno, magari tra qualche lustro, la strada possa venire riaperta al traffico. Il teatrino della politica e le passerelle non bastano più a rassicurare i cittadini e gli utenti che dopo tre mesi da qeulle “rassicurazioni”  si attendevano con una certa fiducia almeno l’inizio dei lavori. 

Il comitato civico,  stando a quanto registrato nelle ultime ore, è intenzionato a riprendere la battaglia e a sbugiardare in tutte le sedi coloro che hanno preso impegni precisi e non hanno ancora dato alcuna risposta concreta e visibile. E al comitato civico gia’ costituito si uniranno le categorie degli Albergatori della Provincia, altre associazioni operanti sul territorio e molti altri cittadini, stanchi e ormai disillusi di attendere i tempi e le lungaggini della  politica locale, regionale e nazionale, considerata dai più inutile e spesso anche dannosa; pronti a disertare le urne delle prossime europee e a riconsegnare al Prefetto di Vibo Valentia le proprie tessere elettorali in segno di protesta.

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
www.periodicoinforma.it - supplemento online al periodico bimestrale Informa (Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/18 del 20/02/2018 e ISSN 2420-8280). Contattaci scrivendo a redazione@periodicoinforma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.